BORSA ATELIER DI GAIA: UNA BORSA “FIRMATA” DALLA NATURA. LA RECENSIONE

La mia nuova scoperta è la Borsa Atelier di Gaia, in sughero maculato e cuoio conciato al vegetale. Completamente fatta a mano!

È una borsa che ti piacerà molto: nasce da una bella storia e, soprattutto, da un profondo studio dei materiali utilizzati. Primo fra tutti, il sughero. Il sughero è anche chiamato Pelle Vegana, per la sua naturale preziosità.

E Sarah, creatrice della borsa, ha scelto di accostarlo alla Vera Pelle, a suo parere uno dei materiali più sostenibili presenti, attualmente, nel nostro sistema produttivo.

Ed io sono pienamente d’accordo con il suo punto di vista: la pelle (o genuine leather) utilizzata per la produzione di borse ed accessori è, infatti, un materiale di scarto, cioè proviene dagli animali “che mangiamo” e non da animali “uccisi” solo per la loro pelle.

È importante sapere questa cosa, perchè spesso si fa molta confusione. La nostra cucina prevede l’uso di carne ed è proprio da quella carne che viene la pelle usata per le borse che compriamo.

Per cui, secondo questo meccanismo, la pelle è un materiale riciclato perchè viene adoperato nella produzione della pelletteria, invece di essere “gettato via”.

E se a questo si aggiunge un trattamento naturale come la concia vegetale, allora l’impatto ambientale sarà molto basso rispetto ad altri materiali, come la finta pelle che, in sostanza, è “plastica”.

Le borse di Sarah sono “studiate” e create in una direzione super sostenibile, grazie all’uso del sughero, della concia vegetale e del cotone non – sbiancato con il cloro, come dimostra la fodera interna del mio zaino.

Sarah ha iniziato a cucire in un giorno che somigliava a molti altri, ma che in realtà si è rivelato unico. La fonte d’ispirazione è stata la sua piccola figlia, e prima di allora non avrebbe mai pensato di creare borse, zaini e piccoli accessori di pelletteria (e sughero).

Con il solo aiuto della macchina da cucire, la giovane donna crea artigianalmente ogni pezzo che porta la sua firma, che da poco tempo è diventata GaiaG e non più Atelier di Gaia.

Dai tessuti, dal cotone e dal sughero è passata alla lavorazione della pelle e ad una conoscenza sempre più profonda della pelletteria e dei materiali che sceglie di usare. Se navighi sulla sua pagina Instagram, ti accorgi che è una donna piena di energia e nuovi progetti, sempre pronta ad assimilare e migliorare la sua attività artigianale.

Queste sono le storie che amo conoscere. E le borse che amo comprare.

Quando si parla di “borse originali” si pensa per lo più ai marchi di lusso, o comunque ai brand più affermati (e costosi) dello scenario della moda.

Questo è un grande errore, perchè conduce, inevitabilmente, agli acquisti sbagliati. Proprio come quelli Fake.

Comprare una borsa originale, invece, significa scegliere la produzione legale e onesta.

Comprare una borsa originale significa acquistare un prodotto autentico, magari creato da un artigiano, magari da un piccolo brand di nicchia o da una giovane start up della tua città.  Ma in ogni caso, significa scegliere di dare i tuoi soldi ad un progetto “sano” e limpido.

Il mercato della contraffazione è gestito dalle forze criminali, che da anni speculano sulle regole del consumo e sui “desideri” che ne derivano.

Per cui, la mia speranza è che pian piano ognuno di noi inizi a Desiderare altro, e cioè il meglio per la nostra comunità. Quindi la produzione legale.

Ed è per tutti questi motivi che io NON PRENDO SOLDI DA NESSUNO per le mie recensioni, né accetto borse in regalo.

Parlarti dei marchi originali o degli artigiani di talento è la mia lotta personale al mercato illegale e a Chi lo sceglie, inconsapevole dei gravi danni che ne derivano.

Il mio zaino Atelier di Gaia è portavoce di tutto ciò che di sano abbiamo sotto agli occhi e non riusciamo (sempre) a vedere: operosità, creatività e rispetto per il pianeta che ci accoglie.

ECCO LA MIA BORSA ATELIER DI GAIA

BORSA ATELIER DI GAIA

Ho scelto lo zaino Titari, in sughero maculato del Portogallo, cotone non sbiancato con cloro e cuoio conciato al vegetale.

L’ho pagato 100 euro più 7 euro di spedizione, e l’ho ricevuto in una settimana circa.

Il packaging è come me l’aspettavo: privo di plastica e organizzato in carta. Molti marchi commettono l’errore di adoperare la plastica per l’involucro, venendo meno alla “promessa green” che manifestano nel messaggio al pubblico. La coerenza organizzativa è fondamentale per l’identità di una firma e il suo rapporto con Chi la sceglie.

Subito riesco a vedere un bigliettino personalizzato in cui Sarah mi ringrazia per l’acquisto, e un piccolo manuale per la pulizia del prodotto: panno in microfibra e pochissima acqua.

Appena prendo la mia borsa tra le mani, sento subito il bellissimo odore “naturale” proveniente dal sughero e dai tanniti della concia vegetale.

Poi, riesco a sentirne la morbidezza, quasi vellutata. In effetti, il mio zaino Atelier di Gaia è una di quelle borse che si apprezzano molto più da vicino che in foto, grazie all’incontro con i suoi odori e i suoi colori, caldi come la quercia sughera.

Vediamo nel dettaglio la mia borsa Atelier di Gaia:

  • È una borsa molto spaziosa, grazie alla forma rettangolare e al tipo di tasche e di lampo, che non tolgono “spazio”alla struttura.
  • È una borsa morbida e dal profumo intenso, dai colori naturali.
  • La tintura è assente, infatti la borsa è completamente rimboccata.
  • Le cuciture non sono tutte in vista, dato che lo zaino è cucito e poi risvoltato. Ma quelle che vedo sono ben fatte, e la buona struttura della borsa riesce “a parlarmi” anche delle cuciture che non riesco a vedere.
  • Le rifiniture sono l’aspetto che preferisco dello zaino: sono molto curate, e ben studiate.
  • Abbinamenti, colori e accessori mi piacciono molto: il sughero è lavorato con alcune venature dorate molto particolari. BORSA ATELIER DI GAIA
  • Sono presenti alcune tasche utili: una esterna e le altre interne. Molto capienti. Inoltre, all’interno c’è un moschettone al quale poter agganciare le chiavi e tenerle più al sicuro.

BORSA ATELIER DI GAIA

  • La fodera interna, in cotone non sbiancato con il cloro, tiene fede al concept “grezzo” e naturale dell’intera borsa. Ottimo!

BORSA ATELIER DI GAIA

  • Lo zaino si può portare in spalla, oppure a mano, a seconda della preferenza personale.

BORSA ATELIER DI GAIA

Ciò che mi piace molto della mia Borsa è il “suo modo” di comunicare. La creatrice di Atelier Gaia è riuscita a trasmettermi la passione per il suo lavoro e lo studio che gli dedica: all’interno della mia borsa, infatti, è uscito un piccolo opuscolo che mi parla del sughero, delle sue caratteristiche, del modo di estrazione e della sua “preziosità”.

In egual modo, Sarah mi spiega la scelta della Pelle Vera e del cotone non sbiancato.

Questo tipo di “lavoro”, a mio avviso, dovrebbe essere d’esempio per i marchi più illustri che però sono meno vicini al pubblico e a tutte le sue curiosità.

Ho scoperto, ad esempio, che il sughero si ricava dalla quercia sughera ma solo dopo il venticinquesimo anno di età dell’albero, e ad intervalli di dieci anni: si tratta di un lavoro che richiede di rispettare i lunghi tempi della natura e tutti i suoi “umori”.

Una volta raccolto, viene bollito, sterilizzato e trasformato in blocchi, per poi essere tagliato in fogli sottili. Il prodotto prezioso così ottenuto, viene poi normalmente associato ad altri materiali (seta, cotone, lino) per conferirgli resistenza, versatilità e morbidezza.

LA MIA BORSA ATELIER DI GAIA È  PROMOSSA?

Come avrai già intuito, il mio zaino è super-promosso!

Si tratta di un prodotto autentico, molto studiato e creato da mani oneste, oltre che talentuose.

Qualcuno potrebbe dire che il prezzo “non è poi così basso”, ma ricorda che allo stesso prezzo (e a prezzi maggiori), molte persone SCELGONO di acquistare borse false, tarocche e prive di qualità. Prodotti scadenti e illegali.

Il rapporto qualità / prezzo in questo caso è decisamente vantaggioso, se si pensa che la borsa Atelier di Gaia è un prodotto artigianale, fatto a mano e oltremodo ricercato.

Lo zaino Atelier di Gaia mi ha letteralmente rapito e te lo consiglio!

GUARDA IL VIDEO DELLA RECENSIONE ALLA BORSA ATELIER DI GAIA!

VOTI (0/5)

CUCITURE 4
TINTURA ASSENTE
RIFINITURE 5+
RAPPORTO QUALITÁ/PREZZO 5
UTILITÁ 4

SE HAI UN’ALTRA BORSA DA SUGGERIRMI >> SCRIVI QUI SOTTO!

GRAZIE DEL TEMPO CHE MI HAI DEDICATO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *