Scopri anche tu il segreto nascosto dietro i finti consigli di queste nuove reginette della moda chiamate “Fashion Blogger” e riprenditi il potere di scegliere tu chi essere ogni giorno

Immagina di avere un topo sopra la testa che ti muove tirandoti i capelli.

Che schifo vero?

L’altro giorno stavo facendo zapping in TV e sono capitata per caso su questo cartone animato della Disney, in cui a Parigi questo topolino (carino e coccoloso anche per chi è topofobico come me) fa amicizia con un umano imbranato e goffo.

L’umano, che si chiama Alfredo Linguini (perché se cucina deve avere per forza un nome italiano!), viene mosso, nel vero senso della parola, da un topino che gli sta sulla testa, sfruttando riflessi involontari del corpo o che so io.

Stavo per girare, perchè i topi, devo ammetterlo, mi fanno un po’ senso, ma non riuscivo proprio a staccarmi dallo schermo.
Le mie dita non ne volevano sapere di cambiare canale.

Ero posseduta da un alieno indemoniato deciso a farmi provare un’intera serata di ribrezzo?

Un qualche strano sortilegio mi stava controllando?

NO. Niente di tutto questo.

E’ che in ogni scena mi sembrava di essere sul punto di capire qualcosa di fondamentale… e poi in un istante era sparita.

“Sì, ma scusa, cosa c’entra con le fashion blogger?”

Te lo dico subito.

A un certo punto, infatti, ho avuto la mia illuminazione quasi magica: quel topino mi ricordava le centinaia di fashion blogger in circolazione adesso!

“Tesoro, forse troppa TV ti sta facendo male, probabilmente dovresti anche chiudere Facebook e Instagram per un po’, sai?!”

No dai aspetta a dirlo! Ora ti svelerò il perché di questa strana connessione di idee e posso assicurarti al 100% che sarai completamente d’accordo con me.

Infatti proprio come Remy controlla il ragazzetto imbranato, così, queste presunte guru della moda provano a controllare te, me e il mercato, entrandoci nella mente e convincendoci a comprare un maglione piuttosto che un altro, quella camicia piuttosto di quell’altra.

Sono davvero utili i consigli di queste “esperte di moda”?

La risposta è davvero facile, ma con un esempio si capisce tutto meglio.

Te lo spiego, quindi, tramite le parole della mia amica Lucia, che è da poco direttore commerciale di una grande azienda e ha sprecato 3 ore a consultare blog di moda prima di scegliere che borsa indossare al suo primo meeting:

“Allora praticamente io ero disperata. Lo sai che ho anni e anni di esperienza e sono sempre fresca come una rosa al lavoro, però che ti devo dì?!

Era il primo meeting e sai che ci tengo molto a questo posto di lavoro, ci sarebbe stata anche quella che lavora nell’ufficio vendite, che sperava nella promozione prima che assumessero me.

Sapevo che mi avrebbe guardato come un avvoltoio guarda un animale morente: pronta a colpire.

Ero davvero in panico e ho pensato di iniziare dai vestiti, per essere sicura che almeno da fuori avrei fatto una buona impressione.

E sono finita su questo blog e alla fine ci ho passato 2 ore e mezza! 2 ore e mezza in meno a lavorare sulla mia presentazione!

“BELLA MOSSA!”

Alla fine Lucia è rinsavita ed è andata alla riunione con addosso uno splendido completo grigio, che aveva già nell’armadio e ha indossato una strepitosa borsa nera, comprata qualche anno fa.

C’era proprio bisogno di passare ore e ore su quello stupido Blog?

Certo che no!

Perché la gente perde tempo dietro queste tizie?

Lucia era stressata e aveva bisogno di conferme, quindi, ha permesso al topolino Remy della moda di manovrarla come se fosse un pupazzetto.

Eh già.. perché fra foto di vestiti che stanno bene solo ai rami più secchi degli alberi, link a pagine “utilissime per chi vuole saperne di più”, improbabili abbinamenti tra improbabili borse e assurdi vestiti, Lucia si era quasi convinta di aver bisogno di andare a rifarsi tutto l’armadio.

Poi si è resa conto che erano le tre del mattino, che aveva perso ore di sonno importantissime, ha chiuso il PC e si è messa a letto con in testa più confusione che altro!

Quanto ne sanno di moda le fashion blogger?

 

Ma quindi sono utili questi blog di presunte esperte?

Certo che no!

Questa è, infatti, la fondamentale differenza fra quel topino di cui parlavamo prima e queste manovratrici del nuovo millennio.

Lui controlla i movimenti del suo amico per un semplice motivo: l’amore per la cucina, che non avrebbe mai potuto mettere in pratica perché diciamocelo: nessuno si farebbe cucinare una tagliata di carne da un roditore.

Loro sono mosse dalla passione per la moda?

La risposta è ancora NO.

Stai bene attenta perché quello che sto per dirti è importantissimo.

Quanto ne sanno di moda le fashion blogger?

Queste ragazze cercano di conquistare più mi piace, visualizzazioni, seguaci e quant’altro per una sola ragione:

 

I SOLDI

Infatti una volta che hanno fatto abboccare all’amo un po’ di gente, vengono contattate da case di moda che le pagano per indossare i loro vestiti.

Così mentre tu pensi che lo stile o l’abbinamento che ti hanno proposto sia frutto del loro spirito creativo in realtà finisci solo a comprare quello che loro vogliono venderti.
MA NON E’ TUTTO!

Alla fine, pensando di essere diventate delle guru del settore, cosa fanno?

Creano la loro casa di moda, con stili e design di altri (perché loro non ne sarebbero capaci) e tu che le hai seguite per anni, convinta della loro passione, finisci a dargli soldi su soldi, perdendo il TUO personale stile.

Te lo dico francamente: “non è copiando pezzo per pezzo una ventenne modaiola che creerai il tuo stile”.

Lo so che con tutte le decisioni importanti che prendi ogni giorno tra famiglia, casa e lavoro, per cose meno importanti come il trucco, il vestiario o l’accessorio giusto vorresti affidarti a qualcuno e non doverci pensare (almeno a quello!).

Ma quello che compri o che indossi sono il tuo biglietto da visita con il mondo, TU STESSA sei il tuo biglietto da visita vivente.

Per questo non puoi affidarti a qualcuno che fa finta di saperne qualcosa per fare due soldi per presentarti al mondo.

Tu come ogni altra donna devi e puoi scegliere ciò che più ti rappresenta e ti fa sentire te stessa quotidianamente.

Quindi fallo.

Inizia da subito.

>> Esci dai Social. Chiudi tutte le pagine internet che hai aperto sui vari blog e fai come il nostro giovane cuoco sfigato del cartone animato, che capisce che non può dipendere da quel topolino e trova da solo la sua strada <<

Inizia a prendere decisioni anche in questo campo, come fai in tutti gli altri settori della tua vita e non cedere alla tentazione di affidarti a qualcuno “che ne sa”, ma in realtà non sa proprio niente.

Se vuoi saperne di più sugli “altarini” del mondo della moda, se vuoi capire davvero cosa si muove dietro a questo settore a volte un po’ misterioso,

Seguimi sul mio canale YouTube: Ornella Auzino

Seguimi sulla mia pagina Facebook: Ornella Auzino

E ricorda, compra originale, compra italiano!

 

Aspetto i tuoi commenti e la tua storia

Ciao Borzella