SARA GIUNTI, LA BORSA CHE SI ILLUMINA ALL’INTERNO! È UN MADE IN ITALY DI QUALITÁ?

Spesso capita di cercare per lunghi minuti le chiavi di casa in borsa e…non trovarle!

Ma se questa scocciatura capita ad una giovane designer di moda, allora arrivano le magiche intuizioni: Sara Giunti, diplomata nel 2011 allo IED (Isituto Europeo di Design) ha unito Tecnologia e Moda, creando la Borsa con la Luce all’interno.

Al principio, l’idea è stata lanciata con il progetto L’ED Emoticon Design, che prevede una fascia di luci a led all’interno della borsa, nella parte superiore. E non solo. la tecnologia ideata da Sara permette anche di ricaricare i dispositivi mobili.

Ovviamente, è stato un grande successo per la giovane italiana, appassionata di moda e, al contempo, di innovazione tecnologica: nel 2013 le è stato riconosciuto il “Premio Ambasciatore dei Valori dell’Imprenditoria”, all’interno dell’Ardesis Festival European Enterprise Day, patrocinato dalla Commissione Europea e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Italiano.

SARA GIUNTI, DESIGNER E IMPRENDITRICE ITALIANA

L’intuizione e il successo del primo brand hanno condotto la ragazza a crearne un secondo che prende il suo nome, SARAGIUNTI; questo ha rafforzato l’identità del marchio, legandolo indissolubilmente alla sua fondatrice.

Il Terzo passaggio è stato quello di fondare 289 by SARAGIUNTI, il brand che unisce l’intero disegno creativo per esportarlo nel mondo. Ed è proprio 289 il logo che marchia la mia borsa SARAGIUNTI.

Attualmente, SARAGIUNTI conta più 30 multibrand store, sparsi nel mondo. Se non sei un brand prestigioso e ultra-famoso, non è semplice affermarsi nelle diverse città del globo, tutte contraddistinte dalle culture che le abitano e, quindi, anche dai gusti e da necessità differenti.

Ma la scelta di rendere super-funzionale l’accessorio per eccellenza, la Borsa, è stata vincente su tutti i mercati, poichè come spiega Sara in un’intervista per Cosmopolitan, ” Spesso abbiamo la percezione della tecnologia come qualcosa di fondamentale ma di freddo e asettico, io invece ho voluto creare un prodotto funzionale e innovativo, ma anche raffinato e di tendenza.”

La tecnolgia applicata alle borse continua a crescere in ogni collezione: adesso è possibile collegare la borsa allo smartphone, tramite il bluetooth, ed essere “avvertite” di un messaggio o di una chiamata grazie ai manici che vibreranno! Intensità e modalità della vibrazione possono essere personalizzabili in base all’input di entrata, quindi differenziarle per un whatsapp ad esempio, o un messaggio di posta.

Insomma, siamo di fronte al Futuro del mondo-accessori, i nostri cari compagni di viaggio che avranno sempre più un ruolo significativo nelle nostre giornate. Mai più solo “belli”. Adesso sono straordinariamente utili!

ECCO LA MIA BORSA 289 BY SARAGIUNTI

Non avevo mai pensato di acquistare una borsa SARAGIUNTI, perchè forse non ero attratta, realmente, da questo interessante connubbio…finquando non ne ho vista una!

A tal proposito, devo ringraziare Danila, la mia cara amica che mi ha mostrato la sua borsa SARAGIUNTI.

Dopo averla vista e aver apprezzato la reale comodità, ho deciso di comprarla e farla conoscere anche a te! Perchè non mostrare a tutte la competenza italiana e la qualità del Made in Italy?

Inoltre, se mi segui, sai bene quale rapporto ho con la “ricerca degli oggetti perduti” nelle mie borse, visto che prediligo, quasi sempre, i modelli extra-large. Per questo motivo, in aggiunta, preferisco le fodere interne di colore chiaro, le quali aiutano maggiormente nella caccia.

Questa borsa, quindi, mi farà faticare di meno!

Il modello che ho scelto è una Nadine Large a secchiello, con rifiniture in pelle e struttura in raffinato canvas di cotone waterproof. Ho scelto un colore molto originale, che appare come un incrocio tra il bianco sporco e il dorato: mi piace molto!

Appena apro la borsa, vedo subito il foglio illustrativo circa l’uso dei LED interni, quindi come caricarli la prima volta e come usarli: accenderli è semplice, poichè vi è un pulsante proprio vicino al logo 289. Ovviamente le luci sono in prossimità del logo!

(GUARDA SUBITO LA RECENSIONE ALLA BORSA SARAGIUNTI!)

Quasi mai si parla degli interni delle borse e di come sono strutturati. A mio avviso, invece, rappresentano una parte fondamentale della borsa. Guardando la struttura interna della borsa 289 by SARAGIUNTI, noto che le infustiture non sono molte ma i piedini d’appoggio applicati alla borsa, la rendono ben strutturata e lineare.

SARAGIUNTI, in effetti, nelle sue collezioni, cerca di unire il minimalismo delle forme e del design con l’eccentricità delle grafiche e i colori. Non è questo il caso, poichè la mia borsa, è per lo più monocromatica, ma la texture è orientata alle grafiche orientali a cui la stilista si ispira: infatti è un tipico richiamo alla tecnica degli origami giapponesi.

LE SFIDE DEL MADE IN ITALY

Sara Giunti, che ha stabilito la sede del brand a Roma, non è solo giovane e creativa, ma ha scelto il Made in Italy per produrre le sue collezione, quindi una strada che, inevitabilmente, porta verso la qualità.

ATTENZIONE però…come ripeto spesso, non è tanto il Luogo di produzione che indica la natura di un prodotto, quanto il Modo.

Si può produrre in Italia, ma nello stesso tempo, fare scelte che non corrispondono agli standard di qualità del Made in Italy.

Sara Giunti queste scelte le ha fatte, poichè l’attenzione della giovane imprenditrice non è solo rivolta al design e alla tecnologia, ma anche alla ricerca dei materiali e ad una manodopera capace ed intuitiva. Insomma, si tratta di una sfida importante: portare le radici del Made in Italy verso il futuro.

OPS. LA MIA BORSA HA UN DIFETTO EVIDENTE!!!

Guardando la facciata della mia borsa, noto dopo pochi minuti un Neo. Un difetto che purtroppo non passa inosservato: la Tintura è sbavata. E si tratta di un punto ben visibile, poichè è proprio il laccio di apertura che scende sulla facciata della borsa.

 

Questo difetto può essere dovuto ad una distrazione durante il controllo qualità, che a volte può essere manchevole su alcuni aspetti, come quelli legati alla tintura.

Senza dubbio, può accadere un incidente simile, ma mi dispiace molto! Anche perchè il prezzo di questa borsa è quello di un lusso accessibile, per cui neanche troppo basso.

(QUANTO L’HO PAGATA? GUARDA SUBITO LA RECENSIONE E SCOPRI TUTTI I DETTAGLI!)

LA MIA BORSA 289 BY SARAGIUNTI È PROMOSSA?

Sì lo è! La mia borsa è Promossa, ma con un piccolo esamino a settembre, a causa del problema legato alla tintura. In sostanza, ti consiglio questa borsa! È molto trandy e ben fatta, con l’innovazione che la rende oltremodo singolare e all’avanguardia!

GUARDA LA MIA RECENSIONE E SCOPRI TUTTI I PARTICOLARI IMPORTANTI SULLA BORSA 289 BY SABAGIUNTI!

SE HAI ANCHE TU UN’ESPERIENZA SARAGIUNTI E VUOI DIRE LA TUA, OPPURE SE HAI UN ALTRO BRAND DA CONSIGLIARMI >> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E LE STORIE CHE CI SONO DENTRO >> LEGGI IL MIO RACCONTO! QUELLO DI UNA DONNA COME TE CHE HA TROVATO LA FORZA DI RIALZARSI E GUARDARE IN FACCIA ALLE PAURE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *