I 4 motivi per creare borse senza pensare alla produzione

Hai sempre desiderato produrre una linea di borse, ma ogni volta che stai per compiere il grande passo ti assalgono mille dubbi? Oggi voglio parlarti, di come diventare designer di borse e soprattutto di come non preoccuparti della produzione.

Che tipo di borse indossano le persone? Quali scelte fanno? Che borse esaminano ma poi rimettono al loro posto i clienti in negozio? Quali commenti fanno con gli eventuali amici che stanno facendo acquisti con loro? Prima di buttarsi a capofitto nel progetto di disegnare borse per poi produrle e venderle, sono tante le domande che assalgono giovani creativi e designer come te. Voglio innanzitutto rassicurarti, perché so bene che creare e produrre una linea di borse non è semplice e hai bisogno di qualcuno che creda nel tuo progetto tanto quanto te.

Sono anni che vedo e produco borse e che vedo disegni di borse. Di pelle, sintetico, sintetico e pelle… Ho visto modelli totalmente innovativi e modelli che rispecchiavano la tradizione della pelletteria. Ho trovato anche tanta merce copiata e stra copiata, senza un minimo di anima e senza mercato troppo spesso. La verità è che la maggior parte delle aziende ha poca fantasia e poca voglia di investire nello sviluppo di prodotti nuovi. Per questo scegliere a chi affidare la produzione della tua linea di borse è estremamente importante.

Ma se in questo post ti aspetti un semplice schema su come costruire la tua borsa, beh aspettati un po’ di sorprese! Voglio cominciare dicendoti chi è per me un designer di borse.

Un designer è un imprenditore che usa la sua creatività per soddisfare i suoi clienti. E per farlo, aggiungo io, ha bisogno di qualcuno che dia valore al suo lavoro creativo e che non lo sminuisca o stravolga.

Chi si occupa della produzione della tua linea di borse deve rappresentare in pieno i tuoi obiettivi. Ecco perché hai almeno 4 buoni motivi per creare borse senza preoccuparti della produzione (a quella ci penso io!).

1) Perché la mia produzione è 100% artigianale

ll lavoro artigianale ci porta a pensare agli odori, alle gestualità e ai materiali dei tempi andati, in cui le mani erano l’unico strumento della creazione, anche nel disegnare borse. Tuttavia, l’artigianato è profondamente attuale, proprio grazie alla volontà di riprendere e migliorare le tecniche del passato, integrandole con le nuove tecnologie.

È artigianale un prodotto che conserva l’unicità: quando la produzione è artigianale, nessun prodotto può essere uguale a un altro. Per questo si prescinde totalmente dalla concezione di lavoro seriale e di copia. Pertanto, non sarà più l’uso esclusivo delle mani a determinare l’identità dell’artigianato, ma la sua originalità.

2) Perché non ho intermediari

Hai bisogno di un intermediario se non hai altri mezzi per trovare un fornitore, oppure non hai abbastanza informazioni o ancora non ne capisci nulla di come diventare designer di borse. Ecco, questo è quello che penso sul discorso intermediari. In poche parole, il problema degli intermediari è la loro natura passiva. Parlo di quelle persone che fanno solo i loro interessi e non permettono il normale rapporto tra te e me.

Inoltre gli intermediari non hanno capacità di risolvere i problemi perché non sono padroni della produzione: loro non lavorano in produzione, non hanno l’esperienza giornaliera, non si scontrano continuamente tra cosa va e cosa non va. Oggi, tra e-mail e procedure, è molto più semplice rapportarsi direttamente con chi si occupa della produzione.

Ecco uno schema della procedura del mio sistema:

  • Prepari il progetto (disegni delle borse e idea di business)
  • Mi invii la bozza dei disegni di borse
  • Io ti invio un questionario per definire quello che ti serve
  • Mi ridai il questionario
  • Comincio lo sviluppo dei cartamodelli delle borse e del prototipo
  • Ti invio il prototipo
  • Entro 10 giorni me lo rimandi con tutte le modifiche da fare

3) Perché il mio metodo di lavoro è comprovato e scientifico

Il metodo di lavoro di Ornella Auzino – Sviluppo & Produzione Borse è molto rigido, ma questo non vuol dire che non sia aperto al cliente. Preferisco seguire una prassi definita e precisa per garantire sempre la stessa puntualità ed efficienza nel lavoro.

Il mio metodo si basa su fasi specifiche:

  • L’analisi è il primo step del lavoro; si tratta di un’analisi preventiva che possa determinare la possibilità di effettuare o meno la produzione.
  • Lo sviluppo del progetto inizierà dai disegni delle borse, che darà vita ai cartamodelli delle borse; da quest’ultimo si passerà alla creazione del Prototipo.
  • Tutto il lavoro antecedente alla fase di produzione ha il compito di ottimizzare quest’ultima, riducendo i tempi e gli eventuali ostacoli sulla progettazione del lavoro.

4) Perché i nostri materiali sono i migliori

Tutto ciò che riguarda la scelta dei materiali e le loro caratteristiche è di fondamentale importanza per l’obiettivo ultimo della produzione, ossia il rispetto degli standard decretati dal committente.

Per questa ragione, una delle strade percorribili è la selezione preventiva dei materiali da parte tua, poiché potrai effettuare una selezione secondo le tue scelte produttive. Il tipo di concia, lo spessore delle pelli e la qualità di riferimento sono variabili che definiscono la natura di una borsa e il pubblico di destinazione. Da sempre, lavoriamo con la massima attenzione per i dettagli, poiché pensiamo che sono questi ultimi a comunicare la qualità di un prodotto e il lavoro che lo precede.

2 pensieri riguardo “I 4 motivi per creare borse senza pensare alla produzione

    • 13/04/2019 in 11:20
      Permalink

      Ciao Angela, le scrivo una mail e mi racconta come posso aiutarla. Grazie di avermi scritto

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *