CARPISA: UNA BORSA DI QUALITÁ? LA MIA ANALISI

Carpisa è un’azienda di successo, che in pochi anni, ha esteso la vendita oltre i confini nazionali e nelle città più strategiche del mondo.

Ma, prima di tutto, è un’azienda campana! Per cui, se vogliamo, rappresenta un considerevole orgoglio per la nostra terra, di cui viene “esportato” il prestigio.

Tuttavia, stiamo parlando di un franchising che si colloca su un gradino, per così dire, commerciale della pelletteria, proponendo al pubblico borse ed accessori dall’utilizzo quotidiano e dal costo modico. Pertanto …

COSA SI PUO’ AFFERMARE CIRCA LA QUALITA’ DEI PRODOTTI CARPISA?

La risposta a questa domanda arriverà dopo, grazie all’analisi della borsa da lavoro Carpisa, che ho acquistato presso uno dei punti vendita presenti sul territorio. Prima, diamo un po’ di numeri!

Carpisa nasce nel 2011, per opera dei due fondatori Maurizio Carlino e Gianluigi Cimmino, entrambi campani. Il Brand è di proprietà di Kuvera s.p.a e, in pochi anni, riesce ad affermarsi nello scenario delle borse e delle valigie femminili, pensate, principalmente, per le donne adulte.

Tuttavia, in seguito, il target dell’azienda, diventa più ampio, rispondendo alle esigenze delle donne dai 25 ai 45 anni.

Inoltre, la produzione non si limiterà al mondo femminile, dedicandosi anche alla vendita dei prodotti maschili, come borselli, valigie, portafogli e altri interessanti accessori.

La piccola tartaruga partenopea (il simbolo del marchio) riesce, in breve tempo, a catturare una fetta di mercato tale, da poter ramificare la propria “esistenza”, fino ad aprire più di 650 punti vendita sparsi per il mondo, con più di 500 dipendenti, età media 25 anni, tra la sede e il territorio.

Basta pensare al fatturato del 2010 per rendersi, velocemente, conto del colosso Carpisa: dopo 9 anni dalla nascita, infatti, il franchising campano aveva fatturato 115 milioni di euro.

Un cospicuo investimento, a questo punto, è stato fatto per la sede ufficiale, situata all’interno dell’interporto di Nola, che prende il nome di CasaCarpisa:12.000 km quadrati, strutturati con spazi comuni, open space, nursery e con il supporto di una componente tencologica ultra-innovativa.

Qualcuno ha obiettato, tuttavia, che il brand, per molto tempo, non è stato abbastanza “presente” sul web, investendo troppo poco sugli strumenti e-business e sui canali social funzionali alla vendita.

Tuttavia, Carpisa sta recuperando velocemente in questo senso.

Qualcun’altro, invece, ha messo in discussione la qualità dei materiali adoperati per la produzione.

COSA HO DA DIRE SULLA “QUALITÁ DELLA MIA BORSA CARPISA?

La premessa è fondamentale: le mie aspettative circa la borsa che ho comprato non erano alte! Per due motivi principali:

  • Carpisa non è un brand del lusso, ma un franchising;
  • I prezzi dei prodotti sono molto contenuti;

LA BORSA CHE HO SCELTO È DI UN MARRONE AUTUNNALE, UNO DEI COLORI DELLA TERRA CHE APPREZZO PARTICOLARMENTE.

L’ho comprata come Borsa da Lavoro, per cui risulta molto ampia, in modo da poter contenere tutto il necessario per una giornata fuori porta, densa di impegni!

NEL VIDEO CHE TI PROPONGO, TROVERAI L’ANALISI DETTAGLIATA CIRCA QUESTA BORSA E TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PRIMA DI FARE I TUOI ACQUISTI.

Ecco un piccolo riassunto dei punti principali che sono ben sviluppati nel video:

  • TINTURA – la borsa presenta numerose sbavature e molti difetti di tintura, sparsi qui e lì;
  • CAMPIENZA – gli spazi sono ampi e funzionali;
  • CUCITURE – sono abbastanza curate;
  • RIFINITURE – alcuni punti di rifinitura appaiono un po’approssimativi;

Nel complesso, la borsa presenta alcuni aspetti da migliorare.

Ciò che, maggiormente, ho messo in dubbio, durante la mia analisi, è la destinazione d’uso della borsa:

QUESTO ACCESSORIO PUÒ ESSERE PARTE DI UN OUTFIT PROFESSIONALE?

Durante particolari appuntamenti di lavoro, potrebbe essere necessario FARE MOLTA ATTENZIONE A CIÒ CHE SI INDOSSA, soprattutto agli accessori:

RICORDA che i dettagli, più di ogni cosa, PARLERANNO DI TE!

(Beh, la risposta la troverai nella mia recensione – video)

Ancora una volta, come accade per molti marchi, si potrebbe pensare che le criticità della borsa siano dovute alla produzione offshore, cioè in Cina:

MA, COME HO SOSTENUTO PIÚ VOLTE, LA LAVORAZIONE DI UN PRODOTTO DIPENDE DALLE MODALITÁ E NON DAL LUOGO …DI PRODUZIONE.

Sono numerosi i brand del lusso che producono all’estero, ma conservano un’attenzione eccellente fino le ultime rifiniture. Al contrario, molte fabbriche, ubicate nelle nostre città, lavorano in modo inefficiente e approssimativo.

LA CONSIGLIO UNA BORSA CARPISA?

SÍ, MA CON DOVUTE ACCORTENZE DURANTE LA SCELTA DEL MODELLO!

CLICCA QUI, PER SAPERE QUAL È IL MIO CONSIGLIO SINCERO E PER SCOPRIRE SE IL RAPPORTO QUALITÁ/PREZZO FUNZIONA!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *