Differenze tra disegno, prototipo e campione di borse in pelle

Disegno, cartamodello, prototipo, campione: se sei un designer e il tuo sogno è quello di produrre una tua linea di borse in pelle dovresti conoscere queste paroline magiche che fanno parte del processo di produzione di una borsa artigianale. Non hai le idee molto chiare, non hai capito bene quali sono le differenze tra una fase e l’altra? Sono qui per questo, oggi voglio parlarti proprio di ognuno di questi concetti.

Il mio obiettivo è quello di guidarti nel processo di produzione di una linea di borse in pelle, in tutte le sue fasi, dal concept e il disegno, alla scelta dei materiali e la definizione delle rifiniture, fino alla realizzazione del prodotto completo. Ma andiamo con ordine.

Il disegno creativo come punto di partenza

Creare una borsa da zero può essere molto divertente e hai la possibilità di mostrare a tutti il tuo lato creativo. Il disegno creativo, come puoi immaginare, è il momento zero del progetto, è il vero atto creativo che verrà poi sviluppato e perfezionato nelle altre fasi di lavorazione.

Quando un designer come te, inizia a progettare e disegnare la sua borsa ideale deve riflettere bene su diversi fattori come le dimensioni, lo stile, l’utilizzo che se ne vuole fare, da giorno, da sera, formato mini o maxi.

È pensiero comune, inoltre, che la realizzazione del disegno sia semplice e veloce, invece no. La sua preparazione nasconde un lungo lavoro di progettazione e pianificazione che potremmo racchiudere in tre fasi: quella di studio, di verifica e infine quella vera e propria di realizzazione.

Dal disegno al cartamodello il passo è breve. Ma di cosa si tratta? Semplicemente una trasposizione del disegno o sagoma su cartoncino.

Nel cartamodello sono raccolte informazioni riguardanti la dimensione e il numero dei pezzi, la loro forma, i materiali e gli strumenti da utilizzare, il margine delle cuciture e tanto altro. 

E ora dritti verso la fase successiva: il prototipo!

Dal cartamodello al prototipo: le fasi intermedie

Come ti abbiamo già detto si parte da un disegno o da una foto per creare prototipi e campioni che passano attraverso diversi step per arrivare a un prodotto finito altamente qualificato. Ma cos’è realmente un prototipo e perché è così importante nel processo di produzione? Presto detto.

Il prototipo altro non è che il primo capo di una nuova collezione. Normalmente costruito in modo artigianale e in scala 1:1, sul prototipo verranno poi effettuati collaudi, modifiche e perfezionamenti, fino al prototipo definitivo, da avviare alla produzione in serie. Lo sviluppo del progetto, quindi, iniziato con il disegno e seguito dal carta-modello porta direttamente alla realizzazione del primo prototipo.

È bene ricordare che il prototipo è fabbricato con un materiale differente da quello finale, una sorta di materiale di prova, che possa dare l’idea delle dimensioni e delle rifiniture; quest’ultimo viene spedito al committente nell’arco di 10 giorni lavorativi, per essere approvato o mandato indietro con modifiche da fare, i cosiddetti eventuali “sdifettamenti”. Una volta che il prototipo viene confermato, si passa alla produzione del Campione (il prototipo sarà, nel frattempo, rinviato all’azienda produttrice).

Il prototipo è molto importante perché è proprio sulla qualità di quest’ultimo che il designer deciderà se procedere o meno con il produttore e affidargli l’intera produzione. Ciò non significa che il prototipo ha lo stesso aspetto di quello che avrà il prodotto finale, tutt’altro. I prototipi sono versioni rudimentali e semplificate del prodotto finale.

Dal prototipo al Campione: le fasi finali

Eccoci arrivati alla fine, o quasi, del processo di produzione. La tua linea di borse in pelle è quasi pronta ma ora dobbiamo concentrarci su una fase importantissima.

La campionatura ha, infatti un valore notevole nel processo di produzione. In questa fase viene realizzato il modello di serie per l’eventuale produzione totale.

Molto importante da ricordare è che la campionatura, più di qualsiasi altra fase della produzione richiede una tempistica precisa e puntuale. Ogni produttore dovrebbe essere in grado di fornire una cronologia precisa per tutta la fase di campionatura.

Il Campione sarà creato con il materiale selezionato per la produzione e ti sarà spedito, nell’arco di 10 giorni lavorativi. Avvenuta l’approvazione circa il Campione visionato, si passerà al Campione definitivo. Dal Campione definitivo si ricaveranno la Scheda Consumi e la Scheda Costi: la prima identifica la quantità di materiale usato, gli accessori applicati e tutte le rifiniture; la Scheda Costi, pertanto, riassume i costi finali di produzione. Terminata questa fase preventiva, tutto sarà pronto per avviare la produzione vera e propria.

Spero che ti sia tutto abbastanza chiaro e che le fasi di realizzazione di una collezione di borse in pelle non abbiano più nessun segreto per te!

Ma voglio essere ancora più chiara ed ecco, in poche parole, riassunte tutte le fasi di produzione:

  1. DISEGNO: Ricezione del disegno del prodotto inviato dal Committente
  2. CARTAMODELLO: realizzato dal disegno
  3. PROTOTIPO: realizzato dal Carta-modello con materiale di prova
  4. CAMPIONE: realizzato dopo l’approvazione del Prototipo con materiale selezionato per la produzione
  5. CAMPIONE DEFINITIVO: realizzato dopo l’approvazione del campione
  6. SCHEDA CONSUMI E SCHEDA COSTI: ricavate dal Campione definitivo
  7. DECISIONE DEL COMMITTENTE: il committente decide se affidare il lavoro dell’intera produzione alla nostra azienda

Ho preparato anche un video che ti indica passo passo tutte le fasi di cui abbiamo appena parlato, se vuoi dagli un’occhiata:

Ora che sai tutto, ma proprio tutto sulle fasi di produzione e le differenze tra disegni, prototipi e campioni, non ti resta che affidarti a chi può finalmente realizzare il tuo sogno! Che aspetti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *