ECCO VERDE: 4 POCHETTE 100% COTONE. QUALE PREFERISCO?

Oggi non ti parlerò di una borsa.

Ma di… quattro borse!

Quattro pratiche pochette di cui avevo estremamente bisogno: come sai, non abbiamo mai abbastanza tasche (o scomparti), per riporre il make up, gli assorbenti, le chiavi di casa e quelle del garage, le monete o il cellulare… potrei continuare all’infinito, poichè infinite sono le “responsabilità” che diamo alla nostra borsa.

Tutte le pochette che ho comprato, hanno una cosa in comune: le ho acquistate su Ecco Verde, un sito specializzato nella vendita di prodotti naturali, dal make up ai prodotti per neonati, fino al tè e agli infusi.

Da un po’ di anni, in effetti, ho scelto di adoperare, soprattutto per la skin care, i prodotti naturali, allontanandomi dalla produzione tradizionale del make up: la mia pelle ha senz’altro giovato di questa decisione. Certo, non sono ringiovanita. Ma senza dubbio la mia texture è, di gran lunga, migliorata.

Quindi, ho deciso di optare per pochette dello stesso tipo: poca plastica, assenza di materiale chimici o di lavorazioni complesse. Le mie pochette sono in 100% cotone!

(GUARDA SUBITO LA MIA RECENSIONE ALLE POCHETTE ECCO VERDE)

TI PRESENTO LE POCHETTE CHE HO SCELTO!

  •  PURO BIO

Ho già conosciuto, da vicino, questo brand ma non per le borse, bensì per ciò che riguarda i cosmetici.

Così, ho deciso di acquistare due pochette: le dimensioni sono molto ridotte rispetto a quelle che ho percepito on-line, ma le etichette interne mi informano che sono fatte in 100% cotone. Questo mi piace!

Un’ulteriore voce mi dice che si tratta di prodotti Made in India; molti marchi vegan e naturali scelgono di produrre offshore, soprattutto in paesi indiani. Tuttavia, quasi sempre la filiera è certificata e le motivazioni sono collegate al supporto socio-economico di quel determinato paese. Voglio sperare che sia così anche in questo caso! Ma, non ho trovato molte informazioni circa la filiera.

  • OFFICINA NATURAE

Non conoscevo questo brand, ma l’ho scelto perchè sembrava molto figo! Sì perchè, oltre ad essere Made in Italy, ho trovato alle radici una bella storia, fatta di strambi incontri, nascite, sperimentazioni e divulgazione. La storia di Silvia e Pierluca, i fondatori del brand.

Con le loro mani, hanno iniziato a produrre i detergenti per la casa, con prodotti naturali. Il loro progetto è partito in un garage, tra notti insonni e visioni lungimiranti. Attualmente, con un approccio super-sostenibile, si occupano di molti prodotti ecologici, dai detersivi alle creme corpo fino….alle pochette!

Questa mini-borsa mi piace molto, sia perchè è fatta in Italia, in modo sostenibile, sia per la fanstasia, la cui trama si ispira alla natura.

Inoltre, visto le dimensioni molto ridotte, potrò usarla genialmente all’interno delle pochette per la sera: quelle che mi avete suggerito negli ultimi mesi e che risultano davvero piccine! Anche loro hanno trovato, finalmente, il partner ideale.

  •  VEG UP

La terza scelta è caduta su Veg Up, un brand di matrice vegan che produce in Italia ed è estremamente attento alla ricerca dei materiali: tra le diverse certificazioni acquisite dal marchio, troviamo AIAB, VEGAN OK, NICKEL TESTED E BDIH STANDARD.

Prima di oggi, non avevo mai acquistato alcun prodotto Veg Up, e non posso negare che la mia pochette mi piace molto: non solo è Made in Italy, ma mi informa anche su CHI ha prodotto la borsa. Insomma, siamo nel pieno della Certificazione della Filiera.

Inoltre, mi piace molto la fantasia e il contrasto cromatico tra la scritta rosa e lo sfondo nero; questa mini bag si presenta più grande rispetto alle altre, quindi più spaziosa.

QUALE POCHETTE PREFERISCO?

Come puoi immaginare, se già mi conosci, sono molto legata alla questione della provenienza. Non si tratta di patriottismo o di immotivato “protezionismo“, ma di manodopera e know-how.

La scelta di produrre Made in Italy, a mio avviso, dimostra una particolare attenzione agli alti standard di qualità, poichè il nostro paese è un’eccellenza mondiale per quanto riguarda il settore degli accessori, sia tessili che di pelletteria.

E non solo. La produzione “casalinga”, in questo caso in Italia, aiuta la buona riuscita di un prodotto: spesso, infatti, i lunghi viaggi dovuti all’importazione, possono causare alcuni danni alla merce, creati principalmente dal packaging e dalle modalità di conservazione. Troppa plastica, ad esempio, potrà causare un cattivo odore; mentre la conservazione a grandi blocchi, potrà causare piegature che difficilmente riesciurianno a “guarire” del tutto.

Tuttavia, la produzione offshore non è sinonimo di bassa qualità. Anzi, molti brand famosi producono fuori porta, conservando una buon risultato finale.

CIÓ CHE CONTA È INFORMARE il consumatore: comunicare il luogo di produzione, i materiali adoperati e, magari, Chi ha creato il prodotto che abbiamo scelto.

L’utopia sarebbe riportare il nome dell’artigiano responsabile, laddove si tratti di un prodotto artigianale. Ma mi rendo conto che diventa complicato…

Pertanto, basterebbe essere quanto più trasparenti sull’identità dell’azienda produttrice e sui materiali selezionati.

In sostanza, le pochette che ti ho presentato sono fatte bene e presentano molta cura per le cuciture. Tra tutte, quelle che preferisco sono: Officinae Nature e Veg Up.

Se, tuttavia, riuscissi a conoscere la filiera di Puro Bio, sarebbe veramente gratificante! Come ti ho anticipato, molti marchi vegan scelgono di “aiutare” territori in difficoltà, portando lavoro alla popolazione autoctona. Questa sarebbe una bella notizia (informazione).

UNA SCELTA ORIGINALE

Cara amica (e consumatore attivo) Il mio personale consiglio è sempre quello di scegliere MARCHI ORIGINALI.

E non ti parlo di brand del lusso o di brand ultra-famosi.

Negli ultimi tempi, il mio impegno si è rivolto alla ricerca e all’analisi di brand minori, magari di nicchia – di brand artigianali – di brand poco famosi ma super efficienti nella produzione e nella cura dei particolari.

Si tratta di aziende oneste che lavorano nella legalità e lo fanno generando lavoro.

Al contrario, una borsa contraffatta, possiede alle spalle, storie molto spiacevoli e premesse peggiori:

  •  Lavoro a nero
  • Assenza totale dei diritti dei lavoratori, sopraffatti dal disagio socio-economico in cui vivono
  • Assenza di etica e/o predisposizioni per la sostenibilità ambientale e lo smaltimento legale dei rifiuti
  • Assenza di supervisione circa i materiali e la loro tossicità, prima e dopo gli effetti dell’usura

Ma, principalmente, basta pensare che quando compri una borsa FAKE/TAROCCA/FALSA stai scegliendo di dare i tuoi soldi al mercato criminale della Camorra, della Mafia e di tutti i Sistemi illegali che divorano le nostre terre e si nutrono del futuro dei nostri figli.

Per queste ragioni, e per molte altre, compra sempre ORIGINALE e scegli di dare supporto alle persone oneste del tuo paese!

In vista di questo, cerca di fare i tuoi acquisti tramite siti e/o portali autorevoli, che ti garantiscono acquisti legali e certificati. Occhio a dove compri!

GUARDA LA MIA RECENSIONE E SCOPRI TUTTI I DETTAGLI DELLE MIE POCHETTE!

SE HAI ALTRI BRAND DA SUGGERIRMI PER LE POCHETTE O LE BEAUTY BAG >> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E VUOI CONOSCERE TUTTI I SEGRETI DEL MADE IN ITALY, COMPRESE LE BUGIE CHE TI RACCONTANO >> LEGGI LA MIA STORIA!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *