BORSA ADELAIDE CARTA: UNA VEGAN BAG 100% MADE IN ITALY

La Borsa Adelaide Carta è il mio recente acquisto. E subito ti dico che si tratta di un brand veramente speciale!

In una delle sue interviste, Adelaide Carta, creatrice del marchio nato nel 2014, ha dichiarato che “(…) Un prodotto è saggio poiché eticamente corretto” (fonte: Inlibertà).

Ed è l’etica uno dei punti fondamentali delle borse Adelaide Carta, accanto alla manifattura 100% Made in Italy. Siamo di fronte ad un marchio:

  • Cruelty Free, perchè non usa pellami di origine animale;
  • Ecosostenibile, perchè alla continua ricerca di materie naturali che possano sostituire quelli sintetici (come alcuni derivati delle foglie di ananas provenienti dalle Filippine);
  • Artigianale, perchè la manodopera rappresenta uno degli “accessori” più importanti delle creazioni Adelaide Carta, nome da poco sostituito con AdelaideC.

Ma la cosa veramente singolare che ho trovato in questa giovane donna sarda è la libertà. L’ho conosciuta telefonicamente e, a differenza dei “fondamentalisti” del vegan, lei non giudica il resto del mondo in base  al suo modo di mangiare o di vivere. È molto aperta e tollerante.

Tuttavia è convinta che la moda ha il dovere di essere portatrice del cambiamento: la direzione è quella etica. Perché se da un lato esiste il Fast Fashion con le sue regole produttive poco sostenibili, dall’altro cresce sempre di più l’interesse del consumatore circa “cosa sta comprando”.

Questo è uno dei tasti molto importanti, a mio avviso, per quanto riguarda il futuro.

Grazie al mio canale youtube e alle recensioni delle borse che compro, ho incontrato moltissima sensibilità:  tu che mi leggi riesci ad essere più attenta e profonda di me, a volte, circa le tematiche legate alle borse e alla loro produzione.

E questa piccola comunità che sta nascendo mi fa sentire ogni giorno più rincuorata e soddisfatta.

La mia battaglia è iniziata per combattere la Contraffazione… e sta crescendo in una direzione migliore, quella dell’acquisto consapevole e ragionato.

E in merito a tutto questo, ho apprezzato molto un passaggio del marchio stesso:

– La nostra moda eco sostenibile fonde per la prima volta questi valori creando il primo “bagaglio culturale” tangibile e trasportabile, e non più semplicemente una borsa o un accessorio – (fonte: Ecovisioni).

La borsa diventa un vero e proprio bagaglio culturale, perchè messaggio di esistenza e rivoluzione, oltre che mero accessorio.

Sono i valori dietro al brand, a rendere AdelaideC una realtà speciale.

Quello che devi sapere è che Il mondo della produzione vegan non è così semplice!

E soprattutto, è pieno di contraddizioni. Perché?

Io mi occupo di produzione conto terzi, creando borse Made in Italy secondo la scuola della pelletteria napoletana.

Conosco la produzione in tutti i suoi aspetti e conosco anche le “trappole” di alcune storie vegan: Vegan o Cruelty free non sono sinonimi di eco-sostenibilità.

I materiali sintetici come la finta pelle, hanno bisogno di lavorazioni in cui si adoperano tinture particolari, colle e solventi, proprio come per i prodotti in vera pelle. E sono materiali per lo più inquinanti.

Inoltre, mentre la pelle vera è un prodotto da riciclo, poiché è un materiale di scarto proveniente dall’industria alimentare, i materiali sintetici nascono dalla plastica (quindi dal petrolio). E risultano difficilmente smaltibili.

Per questo motivo, AdelaideC si adopera verso materiali del tutto naturali (come il sughero e le foglie essiccate), eliminando anche l’uso dei solventi.

La mia borsa non ha decisamente un prezzo basso, ma si tratta del costo della ricerca, dello studio sui materiali, della loro reperibilità e della manodopera.

Tuttavia, allo stesso prezzo, spesso si scelgono prodotti seriali e con storie industriali abbastanza asettiche.

La borsa Adelide Carta, al contrario, racconta la storia di una giovane ragazza sarda innamorata, fin da piccola, della moda e del design.

Le sue barbie erano i modelli sui cui lavorava, creando la loro personalità oltre che gli outfit quotidiani.

Adelaide Carta aspettava di poter iniziare un vero percorso accademico. Voleva studiare ciò che amava. Ma nella vita non va tutto secondo i piani…

La nostra giovane appassionata non riuscì ad aspettare la possibilità di iscriversi ad una scuola di moda e decise di iniziare a cucire da sola, a casa.

Le prime creazioni furono alcune Shopping Bag.

Nacquero dopo mesi e mesi di tentativi falliti. Ma furono molto decisive per l’inizio del suo cammino: segnarono la direzione etica, grazie ai materiali che Adelaide adoperò per crearle.

Adelaide è stata cresciuta in un’educazione piuttosto green, poiché sua madre è vegetariana da molti anni. In poco tempo si è resa conto di “come doveva essere” la sua moda. E le sue borse.

A prima vista, si nota subito la qualità dietro ogni prodotto del marchio.

Ma non solo. La volontà di dare un animo naturale alle borse, si contrappone con la loro marcata geometria multi-color. Questo contrasto, artistico e concettuale, diviene un pezzo forte dell’identità del marchio sardo; inoltre, i modelli di Adelaide integrano bene diverse componenti, come la tradizione isolana e le correnti pittoriche (una delle collezioni è ispirate al Dadaismo).

ECCO LA MIA BORSA ADELAIDE CARTA

BORSA ADELAIDE CARTA

Ho comprato la mia borsa online e l’ho pagata 395 euro.

Il modello che ho scelto si chiama SS19 MAX-BIGHTY Marine – Medium vegan bag; ma, a quanto ho visto sul sito, la borsa che ho scelto attualmente risulta esaurita.

Tuttavia, ci sono molti modelli interessanti che puoi ancora acquistare.

La borsa Adelaide Carta mi è arrivata in poco tempo e il packaging mi piace molto: all’interno della borsa le carte di imbottitura sono ben organizzate e messe con ordine.

Andiamo a vedere i dettagli della mia borsa Adelaide Carta:

  • È una borsa che può avere tre funzioni: a mano, a tracolla e zaino.
  • È un prodotto in similpelle, con l’aggiunta di materiali naturali, principalmente il sughero, una delle componenti che ritroviamo spesso nel brand sardo.

BORSA ADELAIDE CARTA

  • La tintura è ben fatta e compatta. La tintura ha, normalmente, una buona riuscita sui materiali sintetici, piuttosto che sulla pelle vera, che è più difficile da gestire.
  • Le cuciture sono lineari e non presentano irregolarità importanti. A differenza della tintura, le cuciture risultano più difficoltose sulla similpelle.
  • Le rifiniture sono molto curate: non ci sono fili volanti, o macchie di tintura, o errori che mi parlano di approssimazione.
  • Gli accessori sono in oro: mi piace particolarmente la chiusura principale della borsa.

BORSA ADELAIDE CARTA

  • La borsa è ben centrata: la patta della borsa, quando si chiude, coincide perfettamente con la chiusura.
  • E’ molto leggera e questa è un’ottima caratteristica. Spesso, infatti, si tende ad imbottire molto le borse in finta pelle, per dar loro una struttura migliore. Invece la borsa Adelaide Carta possiede una struttura ben definita, senza intaccarne il “peso” finale.
  • La parte interna è fatta in un velluto molto delicato e possiede una tasca posteriore.

BORSA ADELAIDE CARTA

Come ti ho anticipato la mia borsa Adelaide Carta è “trasformabile”, e cioè può diventare uno zaino grazie all’applicazione degli spallacci; oppure, tramite la tracolla, può essere portata in spalla.

Questa multi-funzionalità è molto comoda. Anche se dovrò testarla per capire fino in fondo il grado di utilità.

BORSA ADELAIDE

Se mi segui, ti farò sapere come mi sono trovata e quali sono i punti critici della mia borsa (nel caso ci fossero).

All’interno della mia vegan bag ho trovato le certificazioni che riguardano l’etica del brand: infatti AdelaideC è certificata Animal Free-LAV, in l’Italia, e Fur Free Retailer in America. Inoltre ha il riconoscimento PETA, un punto di riferimento importante per la salvaguardia dei diritti animali in tutto il mondo.

LA MIA BORSA ADELAIDE CARTA È PROMOSSA?

La mia borsa è senza dubbio promossa.

Si tratta di un Made in Italy di alta qualità che abbraccia nuove scelte etiche e un’innovazione singolare circa i materiali.

È un brand creato da una donna che si è messa in discussione, imparando un intero mondo direttamente sul campo di battaglia.

La direzione è quella giusta e trovare marchi così “caparbi” è sempre una piacevole sorpresa!

Il “mercato” è pieno di brand giovani e talentuosi che propongono prodotti di qualità: basta solo esplorare un po’! E scegliere secondo la propria coscienza…

Scegli di comprare originale e uniamoci nella lotta contro la contraffazione!

VOTI (0/5)

CUCITURE 5
TINTURA 3 1/2
RIFINITURE 4
RAPPORTO QUALITÁ/ PREZZO 4
UTILITÁ 4

GUARDA LA MIA RECENSIONE ALLA BORSA ADELAIDE CARTA E SCOPRI TUTTI I DETTAGLI DA VICINO!

BORSA ADELAIDE CARTA

SE HAI ALTRE BORSE DA SUGGERIRMI >> SCRIVIMI QUI SOTTO!

GRAZIE DEL TEMPO CHE MI HAI DEDICATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *