PRODUZIONE BORSE CONTO TERZI: IL CAOS DELLE FORNITURE

Produzione borse conto terzi e il “dilemma” delle forniture.

Oggi affronteremo un argomento molto importante per Chi ha intenzione di avviare una produzione di borse e ha deciso di affidarsi ad un terzista, ossia ad un produttore.

– Pelle, chiusure lampo, accessori secondari, packaging: Chi ha il compito di recuperare il materiale necessario alla produzione di borse?

Sembrerebbe una domanda fin troppo semplice. Ma la verità è che c’è molta confusione su quest’argomento, perchè gli stessi produttori di borse hanno creato molto caos nel corso degli anni.

COSA È SUCCESSO?

Durante gli anni dell’apertura dei mercati, dell’avvento delle fabbriche cinesi, della globalizzazione selvaggia… molti produttori della pelletteria hanno subito gravissimi danni.

Molte aziende hanno chiuso. Altre sono state costrette a reinventarsi, cambiando gli assetti produttivi, oppure il pubblico di riferimento.

I miei stessi genitori hanno incontrato momenti di crisi profonda, fino a pensare di chiudere “bottega”.

Per fortuna, la coesione familiare e l’impegno di una manodopera specializzata hanno contribuito ad una ri-nascita della fabbrica, ancora oggi profondamente legata alla pelletteria napoletana.

Attualmente, sono io a gestire l’azienda di famiglia. Ho dovuto lottare e crederci fino in fondo, anche quando mi consigliavano di “lasciar perdere”. Infine, ci sono riuscita.

E oggi, mi occupo di produzione borse conto terzi, secondo la tradizione dell’artigianato Made in Italy: le borse sono la mia più grande passione, oltre ad essere il mio lavoro.

PRODUZIONE BORSE CONTO TERZI

Dicevamo... Gli anni difficili hanno portato i terzisti ad accettare “qualsiasi” lavoro, anche se a prezzi molto bassi. Ciò che contava era restare in vita e lavorare.

La premessa fondamentale è questa: il produttore (il terzista) ha l’incarico professionale di portare a termine una produzione di borse, e cioè di “fabbricare” una linea di borse, grazie alla manodopera e all’intero processo produttivo. E lo fa in base al modello e ai materiali riforniti da Chi ha delegato il lavoro.

Per cui, la produzione in senso stretto riguarda la creazione della borsa.

Ma è successo che pur di “produrre”, molte fabbriche si sono caricate di spese e di responsabilità, in modo gratuito.

In pratica, i produttori  regalavano (e regalano) al cliente alcuni “servizi accessori” compresi nel prezzo, per non perdere il cliente.

– Il produttore, in questo modo, si occupa di:

  • proporre il modello della borsa;
  • recuperare il materiale principale (la pelle);
  • fornire tutti gli altri accessori;
  • occuparsi del packaging della borsa.

In questa ottica, quello che il terzista faceva (e che fa ancora) È PROPORRE UN PRODOTTO FINITO.

Per “prodotto finito” intendo un intero progetto borsa, che va dal disegno fino al confezionamento finale.

Per i non addetti ai lavori tutto questo potrebbe sembrare “comodo” e funzionale.

Invece è proprio il contrario.

Un progetto valido è composto da fasi separate e, soprattutto, da competenze professionali specifiche.

Parliamo del fatto di Disegnare un modello di borsa – di delinarne la struttura – di affinare il design – di selezionare il materiale in base al modello creato – di pensare agli accessori, al colore e non ultimo, all’identità del brand, tramite l’uso strategico del logo aziendale.

Insomma, la borsa non è solo manodopera. È un progetto articolato e creativo. E ha bisogno di attori diversi al centro della scena.

PRODUZIONE BORSE CONTO TERZI

PRODUZIONE BORSE CONTO TERZI: QUAL È LA PRIMA CONSEGUENZA DEL CAOS?

Perdita di tempo ( e soldi).

Dal momento in cui il produttore dovrà “offrire” tutto il progetto borsa, (quindi dal modello fino alla produzione e al packaging), allora i tempi di consegna saranno dilatati. E questo causerà un enorme danno a Chi ha commissionato la produzione.

Sì, perchè i tempi di fornitura sono molto lunghi: si può arrivare anche a due o tre mesi di attesa per reperire i materiali necessari.

Si tratta quindi di uno step che dovrà, necessariamente, venire prima della produzione.

Inoltre, il terzista alle prese con l’ottimizzazione dei costi, di certo non si concentrerà più del dovuto sulla fornitura: spesso, infatti, userà materiale avanzato in altre produzioni, oppure si rivolgerà ad amici e conoscenti che si occupano di accessori, dando precendenza alla reperibilità piuttosto che alla qualità.

Con il passar del tempo, i terzisti hanno imparato a marginare anche su quest’aspetto, cercando di guadagnare sui materiali riforniti oltre che sulla manodopera: anche questa “evoluzione” ha creato una distorsione nel mercato della produzione.

Ti troverai d’accordo con me sul fatto che se un produttore inizia ad occuparsi di Tutto, toglierà il lavoro agli altri. Cosa significa?

Significa che molte aziende che lavoravano esclusivamente per la fornitura degli accessori e dei materiali sono fallite.

Oppure, hanno dirottato su altro, soprattutto sui brand di fascia alta, e cioè quelli che curano maggiormente tutte le fasi del progetto borsa, compresi i dettagli del prodotto.

Se vuoi produrre una borsa con i tiralampo logati per esempio (cioè che riprendono il tuo marchio) sicuramente dovrai rifornirti da chi è esperto di accessori e di gioielleria, e non potrai rischiare di avere un prodotto seriale e approssimativo, delegando tutto al terzista.

VERSO LA STRADA GIUSTA…

Spero che finora sei riuscito a capire fino in fondo di cosa stiamo parlando.

Non è facile comprendere alcune dinamiche per chi non vive da tempo nella produzione.

Durante gli anni di lavoro in quest’ambito, ho sentito e visto storie davvero assurde…

Non solo enormi perdite di Soldi e Tempo. Ma di Sogni. La cosa che ci fa continuare a lottare, ogni giorno.

Il problema è alla radice: siamo profondamente abituati a certi meccanismi, che non riusciamo ad uscirne. Questione di mentalità.

Ma, come mi hanno insegnato i miei maestri, ossia i miei genitori… le abitudini possono cambiare. Migliorare dipende solo da noi.

COME DEVE FUNZIONARE UNA PRODUZIONE EFFICIENTE?

Beh, principalmente, il produttore deve occuparsi della produzione.

E lo potrà fare nel migliore dei modi, solo grazie al progetto che tu (cliente) hai messo in piedi e alle tue idee chiare.

Se vuoi produrre le tue borse, allora devi affidarti ad un terzista che ti dica innanzitutto la verità: il tuo progetto dipende dalle scelte che fai.

Durante questi anni ho messo a punto un Metodo di Lavoro che tende ad eliminare tutti gli sprechi: di soldi, di tempo e di energie.

PRODUZIONE BORSE CONTO TERZI

Il mio Metodo si compone di tre fasi principali e ognuna di esse ha la stessa importanza delle altre, perchè in una torre non c’è un mattone che si può permettere di essere meno solido di un altro.

Ma alla base del Mio Metodo ci sono le tue Idee Chiare:

  • Il modello di borsa che intendi produrre;
  • I materiali che vuoi adoperare;
  • Gli accessori che intendi applicare;
  • Il pubblico a cui ti riferisci;
  • Il prezzo che dovrà avere la tua borsa;
  • I canali di comunicazione che intendi usare per la tua pubblicità;

Questo significa che il tuo progetto possiede già uno scheletro e che, insieme, potremmo costruire la Sua Vita.

Sapere già il tipo di pelle da usare e quali accessori applicare alla tua borsa prima ancora di creare il Prototipo e il Campione (fase di sviluppo), significa arrivare alla produzione con tutte le carte in regola affinchè sia una produzione di successo.

E soprattutto, tempestiva. Nessuna dilatazione di tempo, nessuno spreco di energia. E più di ogni cosa, la soddisfazione di entrambi: la tua e la mia.

Questo processo, tuttavia, non esclude la massima collaborazione e il continuo confronto tra gli attori della produzione: un terzista serio e professionale ti segue passo dopo passo. Ti indirizza, ti suggerisce, ti aiuta a migliorare la tua borsa, grazie a tutte le conoscenze settoriali acquisite negli anni.

La stessa fornitura esterna può essere selezionata e ponderata grazie alla stretta collaborazione delle due parti… lavorare in sinergia è molto meglio che lavorare nel caos e nell’approssimazione.

A mio parere, la buona riuscita di una produzione borse conto terzi dipende da due cose principali:

  • La consapevolezza da parte del cliente di tutte queste dinamiche che si nascondano nella produzione.
  • L’onestà professionale da parte del produttore nello scegliere la qualità e l’efficienza, piuttosto che i “grandi numeri”.

Spero che queste informazioni ti siano servite e che la tua produzione borse conto terzi sia una produzione di successo!

Vuoi maggiori dettagli sulla Tua Produzione di Borse???

> RICHIEDI SUBITO UN’OFFERTA PERSONALIZZATA PER LA TUA PRODUZIONE DI BORSE!

Grazie del tempo che mi hai dedicato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *