BORSA PRIMADONNA: C’È QUALITÁ DIETRO AL PREZZO ACCESSIBILE?

PrimaDonna è un brand nato nel 2001 che, oggi, conta più di 400 store in 18 paesi, tra monomarca e franchising.

Fondatore e ideatore del marchio è il pugliese Valerio Tatarella, cresciuto in una famiglia di artigiani del settore calzaturiero. Il must principale di PrimaDonna è garantire lo stile a tutte le donne grazie ai prezzi molto accessibili.

Infatti i prezzi dei prodotti proposti dal brand vanno dai 15 ai 50 euro o poco più, così da raggiungere diverse fette di mercato.

PrimaDonna è nato dall’intuizione di Tatarella legata, principalmente, all’e-commerce, la nuova chiave della vendita. Tuttavia, accanto ad una rete ben studiata per gli acquisti on-line, il brand possiede numerosi punti vendita off-line, sparsi in diversi paesi europei, come Spagna, Emirati Arabi, Tunisia, Germania e Lussemburgo.

Ma l’obiettivo di Valerio è ampliare il franchising, processo avviato nel 2007. Il patròn del marchio lo spiega in un’intervista del 2018 al portale Assofranchising, soffermandosi sui potenziali collaboratori: ” Il nostro affiliato ideale è un partner grintoso che ha voglia di far crescere il suo business nell’ambito di una rete franchising di successo, in continua espansione, come la nostra. “

Del resto, una rete così vasta e studiata che basa le vendite sui prezzi accessibili, ha tutte le carte per giocare bene nel territorio esteso del franchaising.

La scelta di rivolgersi ad un target trasversale, fino alla fascia più bassa, ha permesso al brand, nei primi anni, di arrivare ad un fatturato di 80 milioni di euro.

Certo, il prezzo ridotto esige delle scelte, le quali non toccano lo stile e il design, ma principalmente i materiali usati: PrimaDonna adopera, infatti, diversi tipi di materiali che vanno dalla finta pelle, alla microfibra, fino ai derivati del pvc (plastica).

Se già mi conosci, sai bene qual è la mia passione: la pelle! Tuttavia, negli ultimi tempi, mi piace esplorare i nuovi modi di produrre, soprattutto nell’ambito dei materiali. E ho scoperto un mondo dietro le scelte di alcuni brand, i quali, per motivi legati all’ecosostenibilità, adoperano i materiali più diversi. Ma bisogna fare attenzione a riguardo se il tuo acquisto è legato ad una questione etica!

LA PLASTICA NON È SEMPRE “SOSTENIBILE”

Esistono materiali innovativi, nella sfera del vegan, che possono creare borse bellissime: frutta essicata, canapa, cotone naturale e via dicendo.

E i marchi che scelgono la produzione vegana ne fanno uso, con molto successo.

Ma, quando si parla di Finta Pelle, e quindi plastica, bisogna stare attenti: I metodi usati per la lavorazione della plastica possono essere poco-sostenbili per l’ambiente, oltre al fatto che i materiali sono difficilmente smaltibili; oppure, l’uso di colle e addensanti particolari, può non corrispondere esattamente a quello che tu intendi per ECO-SOSTENIBILITÁ.

Per cui, non basta Evitare la Pelle per fare una scelta ambientalista (e animalista): bisogna informarsi bene su ciò che stai acquistando! E il prezzo, a volte, può essere un’informazione utile a riguardo. I materiali “buoni” e creati nel rispetto dell’ambiente sono, purtroppo, costosi….

ECCO LA MIA BORSA PRIMADONNA!

La borsa PrimaDonna mi è stata consigliata da una di voi: sono sempre molto contenta quando mi seganalate brand di cui volete conoscere i particolari. Continuate a darmi suggerimenti, così che la mia passione per le borse possa diventare funzionale ai vostri acquisti!

La borsa PrimaDonna che ho scelto è un modello di grandezza media, marrone, fatto in plastica e microfibra, con il manico in finta pelle verniciata.

L’ho comprata direttamente dallo shop on-line, nel quale pare che il brand sia specializzato.

Ho scelto questa borsa per una particolarità: al suo interno è inserito un Pochettone estraibile, il quale può diventare un’ulteriore borsa!

Tolta la pochette, infatti, la borsa è vuota e priva di tasche, affinché tu possa riempirla a tuo piacimento!

NOTO SUBITO I DIFETTI!

Non appena apro il packaging e inizio a guardare la mia borsa PrimaDonna, noto immediatamente alcune cose che non vanno:

  • Macchie di Tintura, sia sulla facciata della borsa che all’interno: eppure, bastavano pochi minuti a rimuoverle!
  • Fili volanti e Cuciture approssimative in molti punti della borsa, dai manici, fino all’interno.
  • Rifiniture poco curate e lasciate alla “fortuna”.

Purtroppo la mia borsa presenta molte imperfezioni evidenti, dovute al tipo di lavorazione: non c’è stata la cura per i dettagli che dovrebbe avere un prodotto di qualità.

SENZA DUBBIO HO PAGATO POCO! Ma, in questo caso, si tratta di pochi minuti in più per avere un prodotto finale decisamente migliore.

(SCOPRI SUBITO QUANTO HO PAGATO LA BORSA E GUARDA LA MIA RECENSIONE!)

Inoltre, ho tra le mani una borsa di cui non conosco la provenienza!

DOVE PRODUCE PRIMADONNA?

PERCHÈ IL BRAND NON MI INFORMA SULLA PROVENIENZA?

COSA MI PIACE DELLA MIA BORSA PRIMADONNA?

  • Il pendente applicato alla borsa è molto carino: è un accessorio che mi ricorda molto quelli usati da Michael Kors.
  • il bottone a pressione per chiudere la borsa potrebbe risultare comodo.

LA MIA BORSA PRIMADONNA È PROMOSSA?

Purtroppo non posso promuovere la Borsa PrimaDonna, perchè gli standard di lavorazione non sono quelli accettabili per un prodotto di qualità! Per cui, la borsa è rimandata!

Senz’altro il rapporto qualità/prezzo è vantaggioso, ma dipende da quello che cerchi in una borsa: Io, personalmente, sempre la qualità e l’artigianato.

Inoltre, non posso promuoverla perchè NESSUNA ETICHETTA INTERNA mi informa sulla provenienza. Da dove viene? Chi l’ha fatta? Ho comprato un prodotto importato? BOH!

Come sai, per me ha molta importanza conoscere la sede poduttiva di un brand, soprattutto se italiano: diventa uno dei principali tasselli per la Ricerca della Qualità.

In ogni modo, Meglio un prodotto imperfetto che uno FALSO!

Quindi, scegli sempre di comprare originale! Scappa dalla logica criminale della contraffazione. Apriamo gli occhi sulla verità: il mercato della contraffazione non è altro che la Mafia acclamata, in vetrina.

GUARDA IL VIDEO DELLA RECENSIONE ALLA BORSA PRIMADONNA E SCOPRI, DA VICINO, TUTTI I DETTAGLI!

SE ANCHE TU HAI UN’ESPERIENZA PRIMADONNA E VUOI DIRE LA TUA, OPPURE HAI UN BRAND DA SUGGERIRMI >>> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E VUOI CONOSCERE TUTTI I RETROSCENA DELLA PELLETTERIA MADE IN ITALY >>> LEGGI LA MIA STORIA, QUELLA DI UNA DONNA CHE, TRA LACRIME E SPINTE D’AMORE, SI È RIALZATA PER RAGGIUNGERE IL SUO SOGNO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *