ECOPELLE, SIMILPELLE E VEGAN LEATHER: CONOSCI LE DIFFERENZE?

Ecopelle, Finta Pelle, Cuoio, Similpelle

Di cosa è fatta la tua borsa?

Spesso, c’è molta confusione attorno a questo argomento, e a quello che credi di sapere.

Ma non è (sempre) colpa tua!

Per molti anni le aziende, i brand e anche i marchi più prestigiosi hanno creato e diramato informazioni lacunose circa la pelle e i suoi derivati, conducendo, spesso, il consumatore ad acquisti poco consapevoli.

Tuttavia, oggi le cose stanno, notevolmente, cambiando. Grazie, principalmente, ad una nuova etica dietro gli acquisti, alla crescita del pubblico vegan e ad un nuovo interesse da parte dei consumatori, più attenti e più vigili.

Ma, c’è ancora Molto da conoscere.

(Guarda subito il video che ti spiega le differenze!)

Proprio l’altro giorno, mentre ero alle Poste ad aspettare il mio turno, mi sono ritrovata ad ascoltare una breve conversazione tra due amiche, piuttosto giovani. Sicuramente più di me.

Le due, sedute accanto a me, parlavano ad alta voce, siccome non si trattava di intime confidenze, ma di una borsa appena acquistata.

” Il mio ragazzo mi ha regalato una borsa di xxx… fantastica! Rossa!”

” Di pelle?”

“No, macchè…di ecopelle, ma giuro che sembra pelle! Io sto comprando solo cose vegan ormai!”

A questo punto, non riuscii a trattenermi: mi scappò una piccola risatina. Non rumorosa. Ma, decisamente, piena di significato.

Allora, mi rivolsi alle due ragazze (molto carine e simpatiche) e dissi loro quello che sto per dire a te, cara amica e lettrice.

COS’È L’ECOPELLE?

Senza dubbio, avrai nel tuo guardaroba giacche, borse, cinture ed altri accessori di ecopelle, o pelle ecologica, o ecocuoio. Sai di cosa si tratta?

  • l’ECOPELLE è PELLE.

Proprio così!

L’ecopelle è la risposta ecologica della pelletteria al tema ambientale: si tratta della pelle che deriva dallo SCARTO ALIMENTARE, ossia dagli animali destinati all’industria culinaria. Per cui, non uccisi per la loro pelle (come accade per il coccodrillo o il pitone).

Inoltre, l’ecopelle viene trattata con conce particolari, più sostenibili e prive di materie tossiche per l’ambiente. Normalmente.

In realtà, non sempre questo processo è stato rispettato, negli anni addietro. Si spacciava per ecopelle anche la pelle conciata in modo invasivo per l’eco-sistema, con pochissimi controlli.

L’ecopelle, dunque, NON È UN MATERIALE VEGAN. Essa è di origine animale e non piò rispondere alla domanda del pubblico cruelty free.

Di conseguenza, l’ Ecocuoio è cuoio a basso impatto ambientale.

Ricordiamo che il cuoio è, a sua volta, un materiale ricavato dalla pelle degli animali, la quale viene lavorata con una concia particolare che la rende imputrescibile.

È importante che quando fai i tuoi acquisti, tu conosca bene la natura del prodotto che stai scegliendo, e non resti chiusa nel baratro della disinformazione che hanno prodotto negli ultimi decenni.

Purtroppo, ancora oggi, alcune borse di ecopelle vengono spacciate per prodotti vegan, dagli stessi marchi produttori.

Al contrario, esistono marchi che usano, impropriamente, la parola Pelle, sponsorizzando prodotti che, in effetti, sono stati prodotti con altri materiali.
Per evitare questo tipo di bugie, esiste una legge, la n. 1112/1966, che riserva i sostantivi “pelle”, “cuoio” ed altri sinonimi solo per gli oggetti prodotti adoperando spoglie animali.

Ti invito, infatti, a comunicarmi questo tipo di informazioni ingannevoli, qualora le incontrassi: molte di voi, mi hanno scritto su Instagram o sulla mia pagina Facebook segnalandomi questi casi… e sono molto contenta di questo “lavoro di squadra” che protegge il nostro mondo, il mondo di chi compra!

COS’È LA FINTA PELLE?

Dopo aver capito cos’è l’ecopelle (cioè pelle animale a basso impatto ambientale), spostiamoci sulla Finta Pelle e cerchiamo di capire di cosa si tratta.

La FINTA PELLE  è conosciuta anche come:

  •  SIMIL PELLE
  • VINIL PELLE
  • PELLE SINTETICA

La finta pelle non è pelle “vera”, quindi non ha origini animali, in nessun caso.

Si tratta di un materiale sintentico, creato artificialmente, che richiama esteticamente l’aspetto della pelle vera o del cuoio.

La finta pelle (similpelle o vinilpelle) è, per lo più, creata tramite resine poliuretaniche: può essere totalmente sintetica, oppure comprendere una percentuale di tessuto.

La finta pelle, quindi, non è di origine animale e può essere un’alternativa per chi sceglie di fare acquisti vegan.

*** MA ATTENZIONE ***

LA FINTA PELLE NON È SEMPRE ECOSOSTENIBILE!

Nonostante la finta pelle sia costituita, per lo più, da poliuretano, il quale è considerato un materiale a basso impatto ambientale, è importante sapere che non basta questo affinchè la vostra borsa sia eco-sostenibile.

A volte siamo di fronte a borse in similpelle che, tuttavia, nella produzione vedono la partecipazione di prodotti TOSSICI e DELETERI, come:

  • colle
  • addensanti
  • tinture
  • prodotti chimici

Pertanto, bisogna sempre informarsi su cosa si sta comprando, leggendo i materiali utilizzati, se il nostro acquisto è motivato da istanze etiche.

Inoltre, molto spesso mi sono ritrovata di fronte a borse di finta pelle abbastanza discutibili: altro non era che PLASTICA, o ricavati di Pvc.

Nonostante la volontà globale di imporre alcuni materiali e alcune resine, infatti, spesso ci troviamo di fronte alla plastica e ai suoi derivati: il pvc, rispetto al poliuretano, è molto più dannoso per l’ambiente e non può essere considerata una scelta sostenibile.

Del resto, la plastica come sai è uno dei rifiuti più difficili da smaltire, poichè altamente inquinante.

COSA SI INTENDE PER VEGAN LEATHER?

La Vegan Leather, cioè la pelle vegana, è un meteriale che non deriva dagli animali.

La finta pelle (o similpelle) può essere considerata vegan leather, sebbene come abbiamo visto, l’uso del PVC è dannoso per l’ambiente, nonostante “salvi” gli animali.

Per cui, il pubblico vegano generalmente, predilige altre scelte, più sostenibili e più coerenti con la premessa etica: rispetto alla plastica, infatti, i consumatori cruelty free preferiscono la finta pelle (o simil pelle) fatta con il poliuretano. Tuttavia, esso rappresenta un male minore, più che una soluzione finale!

Pertanto, esistono numerosi brand che si stanno affacciando su nuovi scenari vegan, molto più sostenibili perchè provenienti dalla natura stessa.

Ecco alcuni esempi di MATERIALI VEGANI a cui puoi far riferimento per i tuoi acquisti:

  •  il Cotone è uno dei materiali più sostenibili che si trovano in natura.
  • La pelle di mela o di albicocca sono materiali ricavati dalle bucce dei frutti, lavorate e rese tessuto.
  • Esiste poi, una speciale lavorazione del cocco, inventata da un ragazzo filippino di 15 anni, che potrebbe sostituire la plastica.
  • Ancora, il legno o altri tessuti naturali, come le fibre di banano, caffè o ortica.
  • Inoltre, esiste una novità tutta italiana ed è quella ricavata dagli scarti della produzione del vino, la WineLeather, prodotta ed ideata da una azienda di Milano.

Come vedi, il nostro sistema produttivo, anche se inquinato e spesso corrotto dalla logica del profitto,  possiede molte alternative etiche: perciò è importante informarsi!

Sul mio blog e il mio canale youtube presento spesso alcuni brand vegan che stanno emergendo sul mercato: vieni a conoscerli e a scoprire se producono borse di qualità!

>> SEGUIMI E NON PERDERE IL FILO… DELLE TUE BORSE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *