PRODUZIONE CONTO TERZI E IL RUOLO DELL’ UFFICIO STILE: FACCIAMO CHIAREZZA

Il terzista che produce una borsa dovrà anche provvedere all’ideazione del modello?

In questo post ti spiegherò il ruolo del terzista all’interno della produzione e la funzione dell’ufficio stile; inoltre ti mostrerò tutte le notizie errate che girano attorno a questo processo.

Pochi giorni fa ero in ufficio con un cliente, intento ad avviare la sua produzione di borse. Si chiacchierava serenamente del più e del meno, intorno al mondo della produzione.

Chi mi conosce un po’, sa che non sono molto restìa al dialogo; al contrario, bisogna colpirmi con oggetti condundenti per farmi smettere.

Mentre la chiacchierata scendeva sempre di più nel particolare della sua linea da produrre, io mi accorgevo di una cosa: il mio interlocutore era un po’confuso circa il suo progetto, o meglio, circa le modalità di realizzazione.

“… Quindi mi crea il modello e poi lo mette in produzione?” (mi chiede)

“A dire il vero, il modello è parte del suo progetto! Io, come produttore, mi occuperò di sviluppare il disegno che mi porterà, interfacciandomi con lei per evenutali modifiche o cambiamenti”.

Allora, l ‘uomo esitò qualche istante, come a mostrarsi perplesso.

Gli chiedo il perchè della sua espressione incerta. E lui mi spiega che, fino ad oggi, ha sempre lavorato nello stesso modo:

  •  IL TERZISTA GLI PRESENTAVA DEI MODELLI PREDEFINITI E LUI SI OCCUPAVA SOLO DI SCEGLIERE! COSÍ ANCHE PER I MATERIALI…

In pratica, lo stesso produttore si occupava anche della progettazione del disegno, ossia la funzione relativa all’ufficio stile.

Allora gli ho spiegato che, senza dubbio, esistono aziende che si sono sviluppate in entrambi i sensi, proponendo al brand (cliente) anche la parte del design, oltre che la produzione in senso stretto. Ma si tratta di due servizi diversi a cui si dedicano due budget diversi.

Il lavoro dell’ufficio stile non può essere un accessorio gratuito da regalare assieme alla produzione, poichè il lavoro di progettazione non è secondario e non può essere sottovalutato. Al contrario, è ciò che valorizza la borsa.

 

PERCHÈ I TERZISTI “OFFRONO” ANCHE L’UFFICIO STILE?

Alcuni decenni fa la situazione era molto diversa da oggi.

Chi aveva una fabbrica di scarpe/ borse / abbigliamento e via dicendo…poteva, in pochi passi, creare un proprio brand e bussare alle porte del mercato, iniziando così il proprio cammino verso la gloria.

Per cui, da un lato, esistevano i Grandi Brand della moda, indossati e pubblicizzati dalle star di hollywood e dalle celebrità del piccolo shermo (Versace, Prada, Chanel…), dall’altro si collocavano i brand minori, i quali non godevano delle luci della ribalta ma proseguivano dignitosamente il loro tragitto.

> Ma le cose cambiarono!

Ci sono stati diversi fattori, cronologicamente stabiliti, che hanno partecipato al cambiamento radicale della moda e quindi della produzione:

1. L’iniziativa privata aumenta > Saturazione del mercato

2. I confini nazionali cadono > Globalizzazione > avvento del Mercato Cinese, super-competitivo

A questo punto, alcuni brand iniziarono già a vacillare e a non vendere più come prima; molti sono stati costretti a chiudere bottega.

Altri, hanno preferito affrontare un importante cambiamento interno: da MARCHI di Moda si trasformarono in TERZISTI della moda, soprattutto prendendo lavoro dai brand del lusso, che, al contrario, moltiplicavano le vendite, facendo parte della fascia di mercato che meno aveva risentito della proliferazione della produzione seriale.

3. La Crisi Econonimica

Gli anni della crisi, iniziata nel 2008, hanno controbuito alla morte economica di numerose attività, indiscriminatamente, nei diversi settori della produzione.

Pochi sono riusciti a mantere salde le proprie vendite, ed alcuni hanno optato, ancora una volta, per la produzione conto terzi.

4. La crescita del web e dell’e-commerce

La nascita di numerosi siti e portali dedicati alla vendita on-line ha penalizzato ulteriormente alcune aziende: la vendita virtuale, ovviamente, può proporre prezzi più competitivi, grazie al taglio di alcune spese legate al negozio fisico.

QUALI SONO STATE LE CONSEGUENZE?

In un mercato molto competitivo, con destini precari, sia per quanto riguarda le aziende (soprattutto piccole e medie imprese), sia per quanto riguarda i lavoratori…alcune regole sono saltate!

Cosa siginfica?

Gli assetti organizzativi e strutturali della produzione sono cambiati, alla ricerca del basso costo per il massimo servizio >> I brand chiedono ai terzisti il pacchetto completo, cioè disegno e produzione, ad un prezzo ridotto e/o pari a quello che, in precedenza, era riferito alla sola produzione.

E I TERZISTI ACCETTANO PER NON PERDERE IL LAVORO.

Una sorta di guerra dei poveri, insomma. Per non morire.

Questo modus operandi, negli anni, ha preso il sopravvento, fino ad oggi.

Anche tu avrai notato che sul mercato esistono innumerevoli prodotti, tutti simili tra loro.

Tecnicamente, le borse che richiamano il modello di altre pre-esistenti, vengono chiamate Inspiration (leggi il mio articolo sulle borse inspiration), ma in effetti, attualmente si tratta di… copie di altre copie.

Questo perchè, in un sistema intenso e globale, il brand minore sceglie di non investire nel progetto e nel design, ma solo nella produzione, affidandosi ai terzisti che offrono il pacchetto completo. Che si rivela un “pacco“, piuttosto!

Quel pacchetto significa penalizzare l’ideazione e il design, poichè un produttore non potrà pagare un’intera squadra di designers e stylist per creare la borsa. Ma andrà a riprodurre modelli già esistenti, per lo più basic e poco accessoriati.

Sul mio sito, potrai trovare uno schema completo ed esaustivo del Mio Modo di Lavorare e di come deve essere organizzata una produzione efficiente: Analisi, Fase di Sviluppo e Produzione saranno i cardini principali del lavoro, correlati da un dialogo sempre aperto e costruttivo con il brand, che attivamente, parteciperà alla creazione della sua linea di borse (>> clicca qui).

Un brand lungimirante e deciso a creare prodotti di qualità, sceglie di investire sia sulla produzione che sull’ideazione del progetto, affidandosi ad un vero e proprio ufficio stile…professionalmente nato per supportare i brand in ogni evenienza ed esigenza.

Si tratta di una sinergia imprescindibile, a mio avviso, nel mondo della produzione.

E nessuno dei due strumenti è bypassabile, in nome del risparmio. Poichè, si sa…

RISPARMIARE HA UN COSTO (futuro) ANCOR PIÚ ALTO.

PERCHÈ È IMPORTANTE PER IL CONSUMATORE CONOSCERE QUESTI RETROSCENA?

Tali dinamiche potrebbero sembrare materiale riservato agli addetti. Ma non è così.

Quando si compra è importante conoscere le strutture della produzione, affinché si capisca Cosa, in realtà, si sta comprando.

Spiegarti cosa si nasconde dietro la produzione conto terzi, e come i grandi marchi si nutrono, spesso, dei piccoli conflitti…significa renderti consapevole e libero.

Tutti gli acquisti che fai hanno un peso nel nostro sistema. Un peso non trascurabile.

PERCHÈ DEVI SAPERE?

  •  Perchè quando compri una borsa che ha un prezzo differente dalle altre, devi chiederti quali sono stati i costi per metterla al mondo;
  • Perchè quando compri una borsa devi chiederti la storia che ha dietro, cercare di sapere chi l’ha prodotta e da dove è nata;
  • Perchè quando trovi una borsa dal design innovativo e curato, ben accessoriata e diversa da tutte le altre, saprai quante energie ci sono volute per produrla.

Andare contro-corrente non è sempre un male; a volte, è l’unico modo per conoscersi e per conoscere meglio il mondo che abbiamo attorno, e i suoi molteplici punti di vista.

GUARDA IL MIO VIDEO E ISCRIVITI AL MIO CANALE YOUTUBE!

SE HAI DOMANDE, CURIOSITÁ E DUBBI SUL MONDO DELLE PRODUZIONE, O SU QUELLO DELLE BORSE >> SCRIVI QUI SOTTO

OPPURE SULLE MIE PAGINE: FACEBOOKINSTAGRAM

SE AMI LE BORSE E VUOI CONOSCERE TUTTI I RETROSCENA DEL MADE IN ITALY, COMPRESE LE BUGIE CHE TI RACCONTANO >> LEGGI LA MIA STORIA!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *