ROMEO MONTECCHI: LA BORSA CHE VIENE DALL’AMORE. È ANCHE DI QUALITÁ?

Romeo Montecchi è una Bella Storia.

Un brand meritevole del grande nome che ha preso in prestito dalla letteratura.

Shekespare ci ha narrato di un amore giovane e audace, che mai si è arreso.

Mattia, patròn del marchio veneto, mi ha narrato di una passione sconfinata, che mai si è rassegnata.

È la passione che lo lega alla pelletteria e alla sua terra.

Oggi, ti presenterò la borsa Rome Montecchi. È una borsa di qualità?

(Guarda subito la mia Recensione alla borsa Romeo Montecchi)

PERCHÈ NON ACCETTO BORSE IN REGALO

Probabilmente, sei nuova del mio canale e non mi conosci. Non conosci ciò che faccio e il modo che ho scelto per farlo: per cui, benvenuta nel mio mondo!

Il mio mondo ha come fondamenta la lotta alla contraffazione e al falso, ossia all’impero criminale che ha messo in ginocchio la produzione del paese e tutte le famiglie che dipendevano da essa.

Per cui, io tifo per le borse originali!

Per originali intendo le borse create e prodotte da marchi onesti, o dai singoli artigiani che continuano la tradizione pellettiera. Intendo le borse che provengono da progetti energici e innovativi, i quali sfidano tutte le ombre di questo secolo per nascere e per andare avanti.

> Non mi riferisco quindi, necessariamente, ai brand considerati di Lusso, dai prezzi esorbitanti. Parlo, più che altro di Onestà, Trasparenza e Belle storie.

Uso il mio canale per mostrarti il bello delle borse originali e per raccontarti tutte le storie che portano dentro: giovani creativi, imprenditori ed artigiani… che hanno faticato e sognato molto per fondare il proprio brand.

>  Per cui, compro le loro borse e te le presento, nel bene e nel male. Insieme, capiremo la qualità del prodotto e della lavorazione, i dettagli tecnici e le rifiniture. Analizzeremo la borsa e il brand.

Cerco di essere sempre obiettiva e professionale, mai troppo coinvolta durante l’analisi, anche quando la storia del brand mi piace particolarmente.

Per mantenere fede alla mia oggettività NON ACCETTO BORSE IN REGALO, mai.

Accetto, invece, un filo diretto con il produttore… una comunicazione intensa che mi possa permettere di entrare nel cuore del prodotto e conoscerne la provenienza.

Proprio com’è successo con Mattia, uno dei fondatori di Romeo Montecchi.

IL BRAND E IL CASTELLO…

Il marchio Romeo Montecchi sorge proprio ai piedi del castello di Romeo e Giulietta in Montecchio Maggiore, il piccolo comune vicentino.

Mattia, nella vita, fa l’ingegnere; mentre Anna lavora nel settore immobiliare. I due, tuttavia, avevano un sogno che appartiene ad un altro mondo: quello della pelletteria.

In realtà, il territorio veneto è uno dei poli più produttivi della pelletteria italiana. Come la Campania. Tuttavia, negli anni, l’organizzazione e il marketing della Toscana ha un tantino oscurato il resto del paese, affermandosi nel globo come capitale del settore.

Proprio in quelle terre e nelle concerie di Arzignano, nasce Romeo Montecchi: Anna sarà l’anima creativa del brand, mentre Mattia curerà la parte manageriale.

Le energie messe in campo sono state moltissime: studio, ricerca e creazione hanno impiegato molto tempo prima di dare vita al progetto che oggi conosciamo.

I fondatori del marchio, figli di famiglie già legate alla pelletteria, hanno cercato di sostenere l’arte artigianale della tradizione con l’innovazione delle nuove tecnologie, senza trascurare la matrice eco-sostenibile dei materiali e della produzione.

ECCO LA MIA BORSA ROMEO MONTECCHI

Ho conosciuto Mattia grazie alla mia pagina instagram, tramite la quale l’ingegnere veneto mi ha contattata, per chiedermi delle mie attività sul web. Mentre mi spiegava il progetto e mi narrava il sogno di una scuola di pelletteria, io navigavo già sul sito ufficiale del brand per comprare la mia borsa.

Sono stata, subito, affascinata dal progetto: sia grazie alle parole di Mattia, sia per la struttura del sito, fresca e innovativa.

Così ho scelto la mia borsa: modello Diplomatico, grande, color dust (polvere).

A dire il vero, come al solito, la mia percezione sulle dimensioni non è stata intuitiva. La borsa è più grande di quanto pensassi.

Ma, come sai, adoro le borse spaziose e accessoriata… per cui va bene così!

Anche perchè ho pensato alla mia borsa come un mio nuovo strumento di lavoro: viaggio spesso, e un bagaglio funzionale è il primo compagno valido di un viaggio di lavoro.

Ho aspettato un po’ di tempo per ricevere la mia borsa, per un motivo preciso:

  • la Personalizzazione.

Il brand, infatti, ti permette di rendere ogni modello più affine alle tue esigenze, modificando o aggiungendo qualcosa: io ho scelto di aggiungere, all’interno, un vano porta-computer.

COSA MI PIACE DELLA MIA BORSA?

Guardo bene la borsa che, finalmente, ho tra le mani e subito noto alcune cose di mio gradimento:

  •  La pelle è molto morbida
  • Le cuciture, dal colore differente alla borsa, sono ben fatte e studiate per essere quasi un accessorio
  • Le maniglie, con tintura a contrasto, sono imbottite e quindi molto comode visto il peso che prenderà la mia borsa una volta riempita
  • La targhetta posta sulla parte anteriore della borsa riporta il logo del brand

  • Gli accessori della borsa, ben pensati e tutti in nickel

Trattandosi di un brand al 100% Made in Italy, anche gli accessori sono prodotti qui, prevalentemente dagli artigiani del territorio. Tuttavia, il Made in Italy si respira attorno a tutta la borsa.

Un’etichetta interna mi informa che è vera pelle italiana.

Anche la tintura si presenta bene; in poco tempo, capisco che sono di fronte ad un prodotto di qualità e pensato per essere, al contempo, accessibile.

Infatti, il rapporto qualità /prezzo è decisamente favorevole!

(QUANTO HO PAGATO LA MIA BORSA ROMEO MONTECCHI? GUARDA SUBITO LA RECENSIONE E SCOPRILO!)

Uno dei punti di forza della borsa è costituito, senza dubbio dalla PRESENZA DI MOLTE TASCHE, sia interne che esterne e di differente grandezza: questo mi potrà permettere di dividere tutti i miei oggetti, in base alle mie esigenze di tempo e di spazio.

La Tracolla, removibile, è fatta di “nastro” (per intenderci) e non di pelle: questo è dovuto al fatto che sarebbe stato molto dispendioso accessoriare la borsa di una tracolla in pelle. Inoltre, il peso della borsa sarebbe maggiore.

IL DIFETTO CHE SI POTEVA EVITARE!

Cuciture e Tintura non presentano grossi errori e testimoniano una lavorazione molto curata. Tuttavia, noto che ci sono alcuni FILI VOLANTI che, con un po’ di attenzione, potrebbero essere evitati. Si tratta di Rinfiture ed è un peccato…visto la qualità della mia borsa.

LA MIA BORSA È PROMOSSA?

La mia borsa è PROMOSSA  a pieni voti!

Si tratta di:

  •  un’azienda che ha radici nella pelletteria vera, proponendosi di reinventarla e innovarla con nuovi design e nuove idee.
  • imprenditori talentuosi che amano il loro territorio e lavorano per mantenerlo vivo, a dispetto delle disillusioni che crescono nel nostro Paese.
  • attingere dall’artigianato antico e adoperarlo come base di prodotti nuovi, più funzionali e pratici.

E, soprattutto, si tratta di una borsa di qualità, meritevole di un giudizio più che positivo!

GUARDA SUBITO LA MIA RECENSIONE E SCOPRI TUTTI I DETTAGLI DELLA MIA BORSA ROMEO MONTECCHI

SE HAI UN ALTRO BRAND DA SUGGERIRMI >> SCRIVI QUI SOTTO O SULLE MIE PAGINE SOCIAL : FACEBOOKINSTAGRAM

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E VUOI CONOSCERE TUTTO QUELLO CHE NON TI DICONO SUL MADE IN ITALY: LEGGI LA MIA STORIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *