THE BLONDE SALAD DI CHIARA FERRAGNI E MIA BAG: LA MIA RECENSIONE ALLA BORSA

Ha 32 anni e un fatturato da 10 milioni di euro.

Il fenomeno The Blonde Salad (il suo blog), nato nel 2009, è diventato un case history all’Università di Harvard… e i suoi followers su Instagram sono più di 17 milioni.

Sto parlando di Chiara Ferragni: La fashion blogger più seguita del mondo, e la ragazza che, probabilmente, ha creato il concept di Influencer.

Oggi ti parlerò di una borsa firmata The Blonde Salad, in collaborazione con Mia Bag, il brand che l’ha prodotta.

(GIÁ HO RECENSITO UNA BORSA MIA BAG >> GUARDA SUBITO LA RECENSIONE!)

Nel mondo della moda e degli accessori, non è difficile trovare le collaborazioni tra i brand, oppure, come in questo caso, tra un brand di settore e una “firma” universalmente riconosciuta.

Tra poco ti mostrerò la borsa che ho scelto e scopriremo, insieme, se è una borsa di qualità, oltre ad essere super-ambita dal pubblico!

Si perchè, quando c’è di mezzo la Ferragni, ogni prodotto diventa un must have, sia per quanto riguarda la moda, che i viaggi e il lifestyle.

Chiara Ferragni è il fenomeno-simbolo della nostra epoca: nato dalle “immagini” ed esploso grazie al seguito ottenuto dalla Rete.

Una rete fitta, interessata, sempre connessa, bramosa di novità e di informazioni intime.

COME NASCE LA FERRAGNI?

Chiara è nata a Cremona nel maggio del 1987, da Marco Ferragni (dentista) e Marina Di Guardo (scrittrice).

Terminati gli studi al liceo classico, decide di iscriversi alla Bocconi di Milano, al corso di laurea in giurisprudenza. Tuttavia, Chiara non terminerà il percorso di studi, poichè la sua strada ha preso un’altra direzione.

Amava farsi fotografare ed era appassionata di moda ed accessori; le piaceva fotografare i suoi outfit quotidiani e postarli sui diversi social… un po’ come piace fare a tutte le giovani donne.

Ma le foto di Chiara piacevano particolarmente agli utenti in rete; i like aumentavano giorno dopo giorno, fino a numeri poco consueti per un semplice profilo social.

Così, arriva l’idea di ampliare lo spazio virtuale, creando un blog.

Il suo ragazzo dell’epoca, Riccardo Pozzoli (tutt’ora partner negli affari) si trovava a Chicago per studiare marketing, quando si accorse che il mondo della moda stava avendo forti scosse grazie alla nascita dei blog di moda.

Pertanto, spinto dall’intuito e dalle passioni della fidanzata, i due danno vita nel 2009 a The Blonde Salad.

Chiara è piaciuta molto al pubblico ” (…) perchè è bella, ma non inarrivabile, una della porta accanto in cui tante ragazze si sono immedesimate (…)” afferma Riccardo in un’intervista su The Millionaire.

Da semplice blog, il disegno si è ampliato e The Blonde Salad è diventato, prima, un saldo progetto editoriale, e poi un autorevole sito di e-business.

Attualmente, Chiara Ferragni ha più di 25 dipendenti che lavorano per la sua piattaforma, oltre alle innumerevoli collaborazioni con i più famosi brand di moda e le sue apparizioni agli eventi più glamour del pianeta.

Senza contare, il matrimonio con il rapper italiano Fedez, da cui il soprannome di coppia, I Ferragnez.

Solo il ricevimento di nozze ha rappresentato un indotto di 36 milioni di dollari, grazia alla presenza massiccia di sponsor importanti, sia quelli ufficiali come BMW, che quelli “velati”; e grazie a tutta l’attività Social fatta attorno all’evento, dagli inviti (fatti tramite instagram stories), fino alle foto postate da tutti gli invitati (per lo più influencer e youtuber).

ALCUNI STEP DI CHIARA:

  • Nel 2010 ha presentato una linea di scarpe ed è stata ospite degli MTV TRL Award
  • Nell’agosto 2014, Ferragni è giudice ospite nella tredicesima edizione di Project Runway
  • Nel 2015 è stata oggetto di un caso di studio della Harvard Business School
  • Nel 2016 è diventata global ambassador di Pantene, testimonial di Amazon moda, e ha posato per l’edizione statunitense di Vanity Fair
  • Forbes l’ha inserita nella lista “30 Under 30 Europe: The Arts” del 2016
  • Nell’agosto 2016, Mattel ha creato una versione Barbie di Chiara Ferragni
  • Nel 2017 viene nominata dalla rivista Forbes «l’influencer di moda più importante al mondo»

Ma esistono alcuni risultati che non hanno date definite, o premi ricevuti…come quello di  essere un’icona indiscussa della moda e uno dei personaggi pubblici più influenti sugli acquisti e sui sogni di un’intera generazione.

Lo ammetto: Chiara Ferragni è stata brava. E il suo successo ha dei motivi ben precisi, uno fra tutti la determinazione.

ECCO LA MIA BORSA THE BLONDE SALAD & MIA BAG

Ho comprato la mia borsa durante i saldi, ad un prezzo  dimezzato!

(GUARDA SUBITO LA RECENSIONE ALLA BORSA THE BLONDE SALAD!)

Molti modelli erano terminati…per cui ho scelto un tipo di borsa molto diverso da quello che, normalmente indosso: ho scelto un marsupio a forma di cuore.

Come sai, è una tipologia di borsa che non prediligo, poichè le dimensioni sono troppo ridotte: probabilmente, la condividerò con mia figlia, oppure lo userò come portafogli.

La borsetta mi è arrivata in una carta rosa, che è il colore del brand, avvolta nella flanellina Mia Bag Luxury. Il packaging è stato molto carino!

COSA MI PIACE DELLA BORSA?

  •  La forma, gli accessori e la trama: il marsupio presenta la particolare forma a cuore ed è decorato con delle piccole borchie, poste su una facciata “trapuntata” molto interessante.
  • Ho trovato, all’interno, l’etichetta Made in Italy.

Come sai, preferisco di gran lunga le aziende italiane che scelgono di seguire la tradizione e la manodopera del Made in Italy; per cui, sono contenta che questo marsupio sia stato prodotto in Italia, dalla collaborazione di due brand importanti nel nostro scenario aziendale.

I DETTAGLI TECNICI

Il marsupio che ho scelto non mi dispiace affatto! La tintura non “gratta” e le cuciture sembrano ben fatte; il design è di tendenza e….soprattutto il marsupio “mi va!”.

Gioco spesso sul mio aspetto fisico, un po’ per auto-ironia, un po’ per allegerire quello che per me e per  molte donne rappresenta un problema.

Tuttavia, questa volta il mio corpo curvy non è stato d’intralcio: il marsupio The Blonde Salad si aggancia alla perfezione!

Probabilmente, l’unico neo di questo prodotto è il rapporto qualità/prezzo:

SCOPRI QUANTO HO PAGATO LA BORSA E QUALE FOSSE IL PREZZO PIENO!

GUARDA SUBITO LA MIA RECENSIONE ALLA BORSA THE BLONDE SALAD & MIA BAG!

SE ANCHE TU HAI UNA BORSA FIRMATA THE BLONDE SALAD E VUOI DIRE LA TUA, OPPURE HAI UN ALTRO BRAND DA SUGGERIRMI >> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E VUOI CONOSCERE TUTTI I RETROSCENA DEL MADE IN ITALY >> LEGGI LA MIA STORIA E SCOPRI QUALI SONO LE BUGIE CHE TI RACCONTANO SULLA PELLETTERIA!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *