BORSE MADE IN ITALY A PREZZI BASSI: ECCO QUANDO FIDARTI

Ci ritroviamo spesso a parlare di borse Made in Italy, di artigianato e di qualità.

E il mio consiglio è sempre lo stesso: compra sempre borse originali!

Quando parlo di BORSE ORIGINALI non mi riferisco, necessariamente, ai marchi di lusso o alle griffe più costose, ma alle Borse prodotte da aziende oneste e da laboratori legali.

Una borsa originale può essere di Fendi, ma può anche venire dalla bottega artigianale di fronte casa tua.

Questo passaggio è molto importante, poichè siamo abituate ad unire il concetto di “originale” con quello di “costoso” oppure “alla moda”.

QUANTO COSTA UNA BORSA MADE IN ITALY?

SE IL PREZZO È BASSO RISPETTO ALLA MEDIA POSSO FIDARMI?

Il prezzo di una borsa prodotta secondo gli standard del Made in Italy può variare grazie ad alcuni parametri che vedremo tra poco…

Per cui di fronte ad un prezzo accessibile non devi subito temere il peggio!

Come vedremo tra pochi secondi esistono dei fattori che permettono al rivenditore e/o al brand di mettere la borsa sul mercato ad un prezzo relativamente basso.

Innanzitutto, chiariamo una cosa importante: una borsa di pelle, come molti altri prodotti sul mercato, “vive” diversi passaggi prima di arrivare nelle vetrine dei negozi.

Per cui il PREZZO FINALE della borsa non sarà quello di manodopera, ma il prodotto di tutti i passaggi che ha fatto prima di arrivare nelle tue mani.

Un esempio potrebbe essere questo:

> FABBRICA (costo di produzione + fornitura + packaging) > BRAND (marketing + logistica) > NEGOZIO FISICO (spese fiscali + costi mensili generali) > TU.

Per cui, è facile intuire che una borsa di qualità, tutta in pelle, fatta con materiali pregiati e accessori selezionati, non potrà mai essere acquistata (nuova) ad un prezzo ultra-basso (20 euro, per intenderci).

Ma come ho spiegato nel mio recente video sull’argomento, ci sono MODI LEGALI per abbassare i costi di produzione e quindi vendere la borsa ad un prezzo super competitivo.

Parallelamente, esistono anche i MODI ILLEGALI che permettono la stessa cosa.

Oggi vedremo entrambi i “modi di esistere”, affinchè la tua scelta sia sempre consapevole.

I MODI LEGALI PER ABBASSARE I PREZZI

Sei appena entrata in un negozio e sei stata rapita da una borsa!

A me capita spesso.

I colori, la struttura e il design sono proprio quello che cercavi.

Ti avvicini e senti un intenso odore di pelle.

Ti avvicini un po’ di più, per leggere il prezzo sul cartellino (molto timorosa) e scopri che costa 150 euro. Ed è anche 100% Made in Italy.

Cavolo, è un sogno!

In realtà, a differenza di ciò che pensiamo, esistono molti brand creativi e originali che vendono a prezzi abbordabili.

Se segui le recensioni sul mio canale youtube, puoi scoprire decine di borse fighe che hanno prezzi accessibili e inferiori alla media.

Come è possibile?

Come ti ho anticipato, esistono diversi modi per abbattere i costi di una produzione e permettere al marchio di vendere la sua borsa ad un costo “umano”.

Ecco quali sono:

  •  GLI ACQUISTI A STOCK

Molte aziende (o anche artigiani) riescono ad acquistare i materiali di produzione a stock, così da pagare meno i singoli accessori oppure la stessa pelle. E non solo. Alcune aziende adoperano materiali di scarto, i quali saranno acquistati a prezzi molto vantaggiosi. In questo modo, la produzione costerà di meno. E, grazie alla catena spiegata prima, anche la Borsa ti costerà di meno.

  •  PRODUZIONE IN GROSSE QUANTITÁ

Produrre molte borse, anzicchè una linea da 20 pezzi, senza dubbio ti permette di abbattere i costi di produzione e di manodopera. Nel nostro ambito, in questo caso, si parla di “industrializzare” la linea (mi riferisco ad una produzione di mille per borse, per fare un esempio).

E in questo modo, anche tu consumatore potrai beneficiare del meccanismo, acquistando la tua borsa ad un prezzo più basso.

  •  ESECUZIONI SEMPLICI

Quando si stabilisce il progetto per produrre la tua borsa, si decide anche il prezzo che questa avrà in negozio. Per cui, si sceglieranno i materiali e gli accessori in linea con il prezzo della borsa, così come la struttura.

Per questo motivo, si potrà scegliere di avere un’esecuzione semplice, ossia una borsa non fortemente strutturata, senza troppi accessori, magari senza fodera interna. Insomma, una borsa lineare e relativamente “asciutta” che pur essendo di qualità, avrà un costo nettamente più basso ad una borsa articolata e super accessoriata.

Ne abbiamo viste diverse di questa tipologia. Te le ricordi?

A me, in questo momento, mi viene in mente la borsa Rebb (> LEGGI subito la recensione!)

  •  USO DI MODELLI CONTINUATIVI

Creare, ogni volta, una borsa ex novo, cioè partendo da zero… porterà dei costi abbastanza alti, poichè bisognerà iniziare dal disegno per poi arrivare alla struttura, agli accessori e via dicendo.

Al contrario, adoperare modelli continuativi permetterà al brand di abbassare i prezzi di “creazione”. A tali modelli basic, poi, saranno aggiunte varianti di colore, materiali ed accessori, affinchè la borsa acquisti un’identità specifica. In questo modo, il marchio potrà mantenere un prezzo accessibile, proponendo una borsa di qualità.

I MODI ILLEGALI PER ABBASSARE I PREZZI

Purtroppo, cara amica e lettrice, esistono anche i modi illegali per produrre una borsa a basso costo e venderla a prezzi stracciati. Purtroppo si tratta di realtà che esistono ancora e con cui dobbiamo fare i conti.

Ecco quali sono:

  • AFFIDARE LA PRODUZIONI A LABORATORI ILLEGALI

Le fabbriche illegali sono una realtà ancora esistente e non si tratta (solo) dei sottoscala cinesi ubicati nelle province campane o toscane. Si tratta di fabbriche italiane, le quali etichettano le borse “Made in Italy”, anche se la natura dei prodotti è molto differente (> LEGGI il mio articolo sulle Fabbriche Invisibili che minacciano il Made in Italy).

Quando un brand decide di affidare la produzione a questo tipo di “aziende”, sarà facile mantenere i prezzi bassi, dal momento che sono luoghi quasi clandestini, in cui non esistono contratti di lavoro a norma, nè un regolare smaltimento dei rifiuti e così via.

  • FARE “IL NERO”

Se un marchio di borse sceglie di pagare le produzioni in nero, quindi evadendo completamente il fisco, la conseguenza è che potrà risparmiare molti soldi e immettere sul mercato una borsa molto economica. Spesso, esistono anche gli ibridi: le produzioni saranno pagate metà a nero, e metà in modo tracciabile.

  • SISTEMI DI VENDITA

Un ulteriore modo illegale per abbassare i costi della borsa è legato al sistema di vendita, e cioè scegliere di vendere a nero, senza ricevute nè alcuna forma di tracciabilità monetaria.

Il nostro sistema fiscale (molto “costoso”) rappresenta una grande spesa per le aziende che scelgono di lavorare nella legalità. Per cui, annullando tale spesa, sarà possibile vendere a prezzi molto più bassi della media.

COME FAI A RICONOSCERE UNA BORSA “LEGALE”?

Mi dispiace dirti che, attualmente, non è molto semplice distinguere il Made in Italy onesto, dal “Fatto in Italia” in modo illegale.

Ma ciò che conta principalmente è la tua volontà di informarti e cercare trasparenza laddove nascono perplessità.

Questo è uno dei motivi per cui ho scelto di FARE LE RECENSIONI alle borse che compro: andare oltre al prodotto ed immergersi nella storia dei brand e nella loro filosofia, significa trovare risposte (e autenticità).

Un marchio che, apertamente, ti parla del suo produttore e dei suoi canali di vendita è un marchio che può permettersi di farlo. Quindi che non ha segreti da nascondere.

IL FUTURO È DIFFERENTE…

Per fortuna, la direzione globale è la stessa, seppur lenta. Ed è quella della Certificazione della Filiera.

L’unico modo per risolvere il problema alla radice, infatti, è proprio quello di rendere obbligatoria la Certificazione della Filiera.

Questo imporrebbe al marchio di dichiarare non solo la provenienza della borsa e dei materiali adoperati, ma anche le condizioni della manodopera e tutte le informazioni che riguardano la filiera produttiva.

In questo modo ci sarebbe una chiara tracciabilità e potremmo ridurre al minimo gli escamotage illegali.

Ma nel frattempo, amica, non smettere mai di INFORMARTI perchè il tuo acquisto consapevole ha una conseguenza diretta sulle nostre aziende, sulla nostra economia e sul benessere dell’intera collettività.

SCRIVIMI QUI SOTTO IN CHE MODO SCEGLI LE TUE BORSE > CONFRONTIAMOCI E CRESCIAMO ASSIEME!

Grazie per il tempo che mi hai dedicato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *