CAMELIA ROMA, LA BORSA CHE MI DICE “POCO”: LA RECENSIONE

Adoro ricevere una Nuova Borsa in una confezione-regalo, soprattutto se elegante; la Borsa Camelia Roma mi è stata recapitata in una grossa scatola dai colori sociali del brand, con in cima una bella Camelia.

Si tratta di quei piccoli particolari che fanno bene alla giornata, soprattutto se hai deciso di farti un regalo da sola; E io sono un’esperta in questo: regalarmi belle borse per poi recensirle!

Questo Brand, Made in Italy, mi è stato suggerito da Una di voi, spiegandomi che è un marchio molto in voga tra le woman statunitensi, ma mai recensito in Italia. Se mi conosci un po’, immaginerai, subito, che questo particolare mi ha incuriosito ancora di più… quindi, senza perdere tempo, mi sono fiondata sul sito web di Camelia Roma.

L’acquisto non è stato difficile, poichè il sito è abbastanza intuitivo anche se, a dirla tutta, un po’ confusionario! Ma io sono un po’ una nerd dello shopping on-line, per cui faccio caso a molte piccole cose, anche ai dettagli più minuziosi.

DIETRO UNA BELLA BORSA, C’È (QUASI) SEMPRE UNA BELLA STORIA!

A spasso per il web, ho iniziato a cercare la Storia del brand, le curiosità e le Facce che gli hanno dato vita. COSA HO TROVATO?

NULLA. Non ho trovato quasi niente, se non che si tratta di un Brand che produce nelle Marche, ispirandosi ai modelli classici del mondo degli accessori.

Non un Nome, non un’identità proclamata. L’unico riferimento “biografico” che ho trovato è la data di nascita della pagina Facebook: 2016.

Eppure si tratta di un brand italiano, che produce in Italia, e che sul sito “parla” di tradizione artigianale.

Come sai, io tengo molto alle Storie; le mani e le menti che hanno ideato una Borsa, ne diventano l’anima. Una borsa, a mio avviso, non è solo un accessorio: la scelta della pelle, l’elaborazione del design, l’attenzione per gli accessori e le rifiniture…sono tutti gli step di una vera e propria nascita!

Quando compri una borsa, compri soprattutto la Storia che porta dentro.

Per cui, andrò più a fondo e cercherò di conoscere queste “radici”.

COM’È LA MIA BORSA CAMELIA ROMA?

Ancora una volta, contro le mie tendenze personali, ho comprato una mini-bag; spesso qualcuno mi sollecita a farlo, poichè, di solito, prediligo le megaborse capienti a mo’ di buco nero (ogni riferimento a eventuali buchi neri recentemente scoperti Non è Casuale…ma resto umile!)

Si tratta di un modello scamosciato con tracolla…e a proposito di Ispirazione ai modelli classici, questa mini-bag me ne ricorda un’altra; mi ricorda, nel design e nell’aspetto, un brand famoso che ho recensito qualche tempo fa! Riesci a capirlo dalla foto? Se la risposta è No >>> VEDI SUBITO LA RECENSIONE DI CAMELIA ROMA E SCOPRI DI QUALE MODELLO SI TRATTA!

Quando si parla di Ispiration, in genere, ci si riferisce a modelli che seguono l’impronta di borse già affermate sul mercato, il più delle volte, nate dai Brand del Lusso. In un certo senso, è una “strada comoda” che può evitarti grossi flop!

Il Target di riferimento di Camelia Roma è la donna tra i 25 e i 35 anni, che preferisce uno stile fashion ed elegante, semplice e raffinato.

I prezzi, inoltre, sono abbastanza accessibili, perchè vanno dagli 80 euro fino ai 115;

COSA MI PIACE DELLA BORSA?

  • Gli accessori color oro intenso;
  • Il modo in cui finisce la Tracollina: un particolare gancetto;
  • L’interno della borsa, in pelle;
  • Le Cuciture, pulite e giuste.

Ma, più di ogni cosa, mi piace il cartellino che indica la provenienza dei materiali e la lavorazione: quest’aspetto è fondamentale per il Made in Italy. La Certificazione della Filiera è un passo importante e doveroso per le aziende che intendono comunicare la propria qualità; ed è un diritto per il consumatore, il quale deve sapere cosa sta comprando!

Certo, accanto a questo dovrebbe esserci anche la comunicazione dell’identità, che in questo caso specifico, viene a mancare.

Mentre cuciture e rifiniture si presentano bene, la Tintura lascia un po’ a desiderare sui bordi; la tracollina invece, che in genere non è un accessorio che amo applicare alle borse, si presenta di catena e pelle, perfettamente in linea con lo stile della borsa.

In sostanza, il rapporto qualità/prezzo è soddisfacente poichè la somma che ho speso non è così esosa! SCOPRI DI PIÙ SUI DETTAGLI TECNICI DELLA BORSA CAMELIA ROMA E IL PREZZO.

Per quanto riguarda la sua funzionalità, bisogna dire che è una questione molto soggettiva: in base alle mie abitudini, non è una borsa funzionale; ma questo non esclude che per te può esserlo al 100%, soprattutto se indossi spesso le mini-bag.

LA BORSA CAMELIA ROMA È PROMOSSA?

Per adesso, No; È una borsa di qualità ed è un Made in Italy, ma manca un tassello importante per la mia approvazione, ossia la Sua Storia.

  • Come è nata?
  • Da quali mani?
  • Chi è la mente che l’ha ideata?
  • A chi vanno i miei soldi?

Pertanto, la borsa Camelia Roma è rimandata…al prossimo “capitolo”!!

SE HAI COMPRATO UNA BORSA CAMELIA ROMA E VUOI DIRE LA TUA, OPPURE SE HAI UN ALTRO BRAND DA CONSIGLIARMI >>> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORSE E VUOI SCOPRIRE TUTTI I RETROSCENA DEL MADE IN ITALY >>> LEGGI LA MIA STORIA!






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *