BORSA DEEP ROSE: PELLE E MADE IN ITALY. LA MIA RECENSIONE

Pelletteria, famiglia e Made in Italy: ho trovato questo nella borsa che ti presento oggi.

È la Borsa Deep Rose, un brand che nasce dall’esperienza familiare nella produzione e dalla passione per l’artigianato toscano.

Le storie che raccontano di fabbriche a conduzione familiare le sento sempre molto vicine, poichè sono stati proprio i miei genitori ad insegnarmi tutto ciò che so sulle borse di pelle artigianali.

Anche la nostra azienda ha sempre avuto una gestione familiare, sebbene talvolta la famiglia “si allarga” grazie alla presenza degli esperti artigiani che incontri durante il cammino.

Ancora oggi, mi occupo di produzione per conto terzi a Napoli, creando borse artigianali secondo le regole del Made in Italy. E, ancora oggi, il punto di vista di mia madre è una delle cose a cui tengo di più.

Deep Rose nasce nel distretto di Prato, un territorio molto legato alla tradizione della pelletteria fiorentina.

L’azienda di Ylenia e dei suoi genitori si occupa, da anni, di produzione di borse e giacche di pelle. Così la giovane donna decide di fare un passo avanti e lanciare un marchio con i suoi prodotti.

Come scrive sul sito ufficiale di Deep Rose, la conoscenza della pelletteria unita alla passione per i Social e i nuovi canali comunicativi, le hanno permesso di ideare le Borse e farle conoscere al pubblico.

Infatti, uno degli aspetti che mi ha colpito del brand toscano è la sua forte presenza in rete, sia con la pubblicità social, sia per la struttura del sito, a mio parere ben pensata.

Per questo motivo e grazie ai tuoi suggerimenti, ho deciso di comprare la mia borsa Deep Rose!

Pertanto, la vendita dei prodotti del marchio si sviluppa soprattutto sulle piattaforme on-line, principalmente tramite il sito ufficiale. Poi, sui canali collaterali come Amazon, ovviamente.

In questo caso siamo in una fascia del Made in Italy molto interessante, perchè “accessibile”. Cioè, il prezzo della mia borsa è abbastanza contenuto!

Tra poco vedremo insieme quanto l’ho pagata e se è una borsa di qualità.

Ciò che mi piace del marchio toscano è la capacità di mettere assieme alcuni elementi: i design classici, ad esempio, si sposano con gli accessori e i colori di tendenza, mentre le “borse giovanili” incontrano mood diversi, dal vintage fino al bon ton.

Vediamo da vicino la mia borsa Deep Rose.

ECCO LA MIA BORSA DEEP ROSE

Come ti ho anticipato, ho comprato la mia borsa direttamente sul sito, che ho trovato molto efficiente. È un sito intuitivo, ben dettagliato e con foto molto realistiche.

Spesso mi capita di trovarmi tra le mani borse che immaginavo totalmente differenti dalle foto on-line. Questa volta, invece, non ho trovato disuguaglianze.

Ho scelto un modello Corinne, in vera pelle intrecciata di vitello morbido, con tracolla regolabile e accessori in canna di fucile; anche se il colore degli accessori è anche associabile ad una sorta di ottone anticato, per capirci.

Ho pagato la borsa 110 euro, ma ho visto in un secondo momento che il prezzo sul sito è cambiato. Adesso costa sui 90 euro.

Oltre al sito, anche la spedizione è stata efficiente: la borsa mi è arrivata in pochi giorni.

Uno dei motivi per cui l’ho scelta è l’intreccio della pelle sulla facciata. Mi piace molto la trama intrecciata! Mi ha ricordato, tra l’altro, un’altro brand italiano: Bottega Veneta.

Mentre per la qualità della pelle e il tipo di lavorazione, ho pensato subito ad una borsa che abbiamo già visto insieme: la borsa Campomaggi. La ricordi?

Anche la borsa Deep Rose, infatti, come quella Campomaggi mostra un tipo di lavorazione “spartana”, cioè volutamente poco curata nei dettagli e dal taglio basic.

La prima conseguenza che ne deriva è che le rifiniture appaiono come “tralasciate”:

  • I fili volanti, ad esempio, che vedo fuoriuscire da alcune cuciture non mi piacciono molto. Essendo “bruciati”, pungono leggermente al tatto.

Ma questa “imperfezione” fa parte dello stile della borsa ed è senza dubbio voluto da chi la produce. Personalmente, non lo preferisco.

Forse è una patologia, ma io sono quasi maniaca dei dettagli!

Questo tipo di lavorazione appartiene, del resto, al mood vintage della borsa Deep Rose. Uno stile, tra l’altro, che mi fa pensare anche al country.

  • La tintura, in questo gioco di “approssimazione” è quasi assente. È più che altro, una copertura di bordo. Ma, toccando la tracolla della borsa, la tintura “non gratta” sotto mano. Per cui, è ben fatta.
  • Le cuciture, al di là delle rifiniture già viste, sembrano giuste.

  • All’interno, la borsa presenta una fodera dalla tonalità più chiara, fatta in Poliestere e Cotone. Qui è presente una mascherina (una tasca lunga), chiusa con una zip. Pochi centrimetri sopra, troviamo la scritta – Genuine Leather, Borse in pelle, Made in Italy- che riprende lo stile vintage. Ancora nella parte interna, sul lato opposto, troviamo due classici taschini utili.

  • La borsa è molto leggera, nonostante sia in pelle. Questo è una caratteristica molto funzionale se si pensa ad un uso quotidiano dell’accessorio; io, per esempio, uso le borse che compro anche a lavoro… per cui sono sempre contenta quando incontro una borsa versatile.

… SARÁ COMODA?

Guardo con attenzione la mia borsa e noto che l’apertura principale è stretta rispetto al resto della borsa, che tende ad allargarsi nella parte inferiore.

Quindi, se da un lato è capiente, dall’altro non potrò metterci dentro oggetti più grandi, come il portatile.

Ma questo è un particolare che sapremo solo dopo che l’avrò utilizzata: non smettere di seguirmi sui miei canali social… così da non perderti niente delle borse che compro e del loro utilizzo!

LA MIA BORSA È PROMOSSA?

Nonostante non condivida a pieno alcune tecniche di lavorazione, la mia borsa è Promossa!

Per diversi motivi:

  • È un prodotto Made in Italy radicato nella pelletteria toscana e ne presenta tutti gli aspetti.
  • È un brand nato dalla passione per l’artigianato, ed opera tra le file delle aziende oneste.
  • È una borsa che racconta una storia, per cui è una borsa originale!
  • La pelle è di qualità, le cuciture ben fatte e il prezzo è molto accessibile.

Un piccolo rimando a settembre è dovuto alle rifiniture, poichè si tratta di aspetti che per me sono importanti. Per esempio, amo un tipo di tintura più pulito, rispetto a quella appena vista.

Inoltre, bisogna vedere come questo tipo di lavorazione reagisce all’usura.

Ma questo lo vedremo solo vivendo… la mia borsa Deep Rose!

I VOTI FINALI

0/5

CUCITURE 4
TINTURA 3 e mezzo
RIFINITURE 3 e mezzo
QUALITÁ/ PREZZO 4 e mezzo
UTILITÁ 4

GUARDA IL VIDEO DELLA MIA RECENSIONE ALLA BORSA DEEP ROSE!

TI È STATA UTILE QUESTA RECENSIONE?

SCRIVI QUI SOTTO COSA NE PENSI DELLE BORSE DEEP ROSE, OPPURE SUGGERISCIMI UN ALTRO BRAND!

GRAZIE DEL TEMPO CHE MI HAI DEDICATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *