POMIKAKI, LA BORSA “CONTRO LE APPARENZE”: COSA VUOL DIRE?

Hai mai conosciuto qualcuno o qualcosa che riuscisse a conquistare Tutte le Donne?

Io, finora no. Poi ho incontrato POMIKAKI, un brand bizzarro che è riuscito ad arrivare a chiunque, mischiando idee e stili come se, ad ogni collezione si reinvetasse, andando a scavare più a fondo.

Il marchio italiano nasce nel 2012 per mano di David Romano, il quale fino ad allora si era dedicato alla produzione e alla distribuzione di altri brand; in pratica, come me, lavorava per conto terzi.

Tuttavia, David decide di creare il proprio Brand, quello che a suo avviso, avrebbe raccolto gran parte delle esigenze femminili, comprese quelle unconventional.

Non Credete alle Apparenze

È la frase cult di Pomikaki. E la sua prima creazione, ci spiega bene il senso del claim: si tratta di una Shopper che riportava la stampa di una Birkin di Hermès. L’ironia e la genialità del messaggio riscosse molto successo, portando Pomikaki al Mipel del 2014.

“Non credete alle apparenze” è un modo simpatico per infrangere un po’ le regole del fashion system, solleccitando il pubblico a non dare peso agli sterotipi che propone la moda; al contrario, dare importanza a se stessi.

Ed è proprio per abbracciare tutte le variopinte identità del mondo femminile che Pomikaki ha proposto, finora, modelli versatili e molto diversi tra loro, quasi contrastanti.

I colori accesi, le pallettes e le stampe eccentriche si sono opposti, per così dire, ai modelli più classici e standard, o ancora, a quelli più sportivi e dai materiali più easy , come la tela o la stoffa.

Il brand, che nasce a Venezia, porta con sè tutta la poliedricità di Romano, il quale ha trascorso 12 anni ad Hong Kong e si è ispirato a tutti i possibili mood, dalla donna fashion-addicted, fino alla più esuberante e fuori dagli schemi della moda.

Gli accessori, i disegni e tutti i dettagli più in vista rappresentano la chiave per comunicare l’ironia e la ecletticità di questo Made in Italy.

MA POMIKAKI È UN MADE IN ITALY CHE NON PRODUCE IN ITALIA

Le notizie e le curiosità che girano sul web, circa Pomikaki, sottolineano spesso la natura Made in Italy.

Come sai, io sono un’appassionata della pelletteria italiana e dei marchi che la esportano nel mondo. Se devo scegliere, scelgo sempre Made in Italy, poichè conosco, da vicino, il lavoro artigianale che lo impreziosisce.

Ma la mia borsa Pomikaki porta, all’interno, un’etichetta che mi informa del Made in China, anche se, ancor prima di leggerla, avevo ipotizzato la provenienza, grazie ad alcuni “aiutini”:

  • Nella borsa sono presenti molti sacchetti anti-odore, che usualmente si adoperano quando i prodotti sono destinati ai “lunghi tragitti”;
  • Non appena aperto l’involucro, ho percepito un odore poco gradevole, che non è quello della “pelle”, ma molto probabilmente, quello dovuto alla chiusura prolungata del prodotto.

Tuttavia, come ripeto spesso, una delle cose più autorevoli di un brand è la comunicazione verso i propri clienti. Informare circa la provenienza del prodotto è doveroso per un marchio che intende essere sincero e trasparente verso Chi lo sceglie, fra tanti.

E, nonostante io prediliga la Produzione Made in Italy, la qualità di una borsa prescinde dal luogo di provenienza. Ciò che, maggiormente, conta è il metodo di lavorazione, il quale deve rispettare gli standard di qualità.

Pomikaki è un Made in Italy che non produce in Italia, ma lo fa sapere! Questa, a mio avviso, è la differenza tra un marchio onesto e professionale, ed uno che, al contrario, nasconde la propria identità.

ECCO LA MIA BORSA POMIKAKI, ECO-SOSTENIBILE!

Una delle particolarità distintive di Pomikaki è la sostenibilità ambientale: Pomikaki ha scelto di adoperare, per la produzione delle sue borse, l’ecopelle derivante dagli scarti alimentari e non la pelle destinata, prettamente, all’abbigliamento; così come la scelta verso le pellicce sintetiche (clicca qui per saperne di più sull’ecopelle e i materiali affini!).

Inoltre, la politica friendly non è diretta, esclusivamente, verso l’ambiente, ma anche verso il sociale: i ricavi della vendita della CORA BAG, infatti, del 2014, sono stati destinati al villaggio S.O.S. bambini, così come altre iniziative intraprese negli anni.

Pomikaki è stato considerato un Made in Italy cheap, ossia accessibile, poichè i prezzi vanno dai 65 euro di una pochette, ai 240 di una borsa.

Io ho scelto la borsa New York , comprata direttamente sul sito ufficiale; quest’ultimo è risultato molto semplice e intuitivo, e la borsa mi è arrivata in soli due giorni.

Ho scelto un colore chiaro, poichè, visto il prezzo, mi aspetto che la Tintura sia fatta bene e quindi senza importanti imperfezioni che possono essere, facilmente, viste su una borsa chiara.

(VEDI SUBITO LA MIA RECENSIONE DELLA BORSA POMIKAKI E SCOPRI QUANTO L’HO PAGATA!)

Forse una delle cose migliori della borsa Pomikaki è l’etichetta che riporta la frase di Nietzsche che dice “La Vanità è la Pelle dell’anima”.

In effetti, se ci rifletti qualche secondo, la vanità non è un fabbisogno corporeo e biologico, quanto spirituale; sembra quasi paradossale, ma la vanità fa bene all’umore e, di conseguenza, alle relazioni inter-personali. Non “finisce subito” come i piaceri fisici, ma si trasmette nel tempo e nel suono delle nostre parole. La vanità, seppur primordiale, è una spinta all’eleganza.

Ma torniamo con i piedi per terra, anzi con le mani nella borsa.

In realtà, mi aspettavo qualcosa in più da questo brand. Nonostante, a primo tocco, le maniglie della borsa non grattano, e quindi mi informano di una “buona tintura”, quando focalizzo il prodotto, noto:

  • Fili di Cucitura lasciati a se stessi
  • La pelle “spaccata” in un angolo della borsa, che identifica una tintura non eccellente
  • Un rapporto qualià-prezzo che vacilla

Tuttavia, nel complesso, la BORSA POMIKAKI È PROMOSSA!

…Perchè nonostante i punti a sfavore, è una borsa di qualità, ben pensata sotto il profilo funzionale e, con alle spalle, un’idea vincente, sia per quanto riguarda il mood del design, sia per la sostenibilità dei materiali!

GUARDA SUBITO LA MIA RECENSIONE PER VEDERE DA VICINO TUTTI I PARTICOLARI DELLA BORSA E I VOTI!


SE HAI COMPRATO ANCHE TU UNA BORSA POMIKAKI E VUOI DIRE LA TUA, OPPURE SE HAI UN ALTRO BRAND DA SUGGERIRMI >>> SCRIVI QUI SOTTO!

SE AMI IL MONDO DELLE BORS E VUOI CONOSCERE I SEGRETI DELLA PELLETTERIA MADE IN ITALT >>> LEGGI LA MIA STORIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *