BE YOUR BAG, IL MADE IN ITALY DA PERSONALIZZARE! LA MIA RECENSIONE

Be Your Bag ha cambiato la direzione degli acquisti: non è il pubblico a seguire lo “stile” del marchio, ma viceversa. Il brand che oggi ti presenterò, infatti, propone borse e accessori altamente personalizzabili, in ogni dettaglio. Ognuno compone la borsa che desidera, sia nei colori che nei materiali.

È un brand innovativo, giovane e molto interessante, sebbene la mia esperienza personale non sia stata del tutto positiva. Tra pochissimo ti racconterò il perché!

Ma prima è importante che tu conosca la realtà che abbiamo di fronte oggi, perché appartiene ad uno scenario che adoriamo, quello del Made in Italy.

Una storia tutta italiana che non ha lasciato nulla indietro: design, materiali, tessuti e lavorazione interamente Made in Italy; mi ha colpito molto la presenza, sul sito ufficiale, della descrizione del materiale di punta, che costituisce gran parte delle creazioni, e la relativa certificazione.

 ” (…) il nostro è un tessuto sintetico termostampato per sublimazione, tecnica all’avanguardia che permette al colore di penetrare direttamente le fibre garantendo una tenuta eccellente all’usura e ai raggi solari.

(…) Tutti i nostri materiali sono certificati REACH, il sistema integrato di registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche che mira ad assicurare un maggiore livello di protezione della salute umana e dell’ambiente.”

Anche questo fa parte del Made in Italy: come sottolineo spesso non si tratta solo di uno slogan pubblicitario, oppure di un’etichetta che fa tendenza nelle vetrine… Il Made in Italy è un sistema di lavoro che comprende precisi standard di qualità che non possono venire meno. Dall’attenzione al dettaglio del prodotto, fino alla cura per la sua presentazione al mondo.

La borsa Be Your Bag, come altri marchi del territorio, mi è stata consigliata da una di voi! I tuoi suggerimenti, le tue domande e le tue critiche (perché no!), sono vitali per la mia attività sul web.

Come sai, faccio le Recensioni alle borse per raccontare le borse originali, i talenti che esistono nella filiera del mercato legale e tutte le storie belle che sostengono la nostra comunità: Comprare borse originali significa contribuire, a nostro modo, al bene collettivo e opporsi alla produzione illegale, quella della contraffazione.

Negli ultimi tempi ho capito una cosa fondamentale: non sono sola nella mia lotta!

Tu mi sei vicina e sento il tuo calore ogni giorno di più: quando mi scrivi, quando mi fai domande o quando mi suggerisci borse… sento che stiamo facendo qualcosa di importante, seppur piccola in un mare sconfinato.

La mia e la tua libertà d’acquisto sono le mie priorità. Ed è per questo che le mie Recensioni non sono sponsorizzate: nessuno mi paga per parlare di borse, né accetto regali. Compro di tasca mia tutte le borse che trovi sul mio canale e questo ci permette di esplorare tutta la loro essenza.

DA DOVE NASCE BE YOUR BAG?

QUAL È LA SUA STORIA?

So che vuoi sapere quale esperienza negativa ho avuto con Be Your Bag: tra poco te lo dirò! Promesso!

Ti do un’anticipazione: il neo che ho incontrato riguarda i tempi di consegna.

Si è trattato di un problema che, senza dubbio, può essere collegato al recente lockdown; ma suppongo che anche la scelta del marchio di personalizzare a 360° le borse possa implicare qualche ritardo.

Il marchio Be Your Bag è nato nel 2015 in Liguria, per mano di Giacomo ed Elena, una giovane coppia trentenne che ha scelto di condividere la vita professionale, oltre quella intima.

Tuttavia, il brand ha radici ben più lontane. La famiglia di Giacomo si occupa di produzione e lavorazione di accessori di moda da oltre 40 anni, con l’ azienda Marco Pieri, specializzata in borse artigianali.

L’avventura dei due coniugi, quindi, non è priva di fondamenta: la profonda esperienza di laboratorio e l’ottima conoscenza dei materiali, hanno permesso a Giacomo ed Elena di creare qualcosa di nuovissimo e studiato.

Grazie a Be Your Bag ho scoperto un’altra terra fertile circa la produzione Made in Italy: la Liguria. Il marchio ligure, non a caso, adopera una stampa specifica per la pelle dei suoi prodotti, la stampa dollaro, che risulta essere tipica di quella regione e simbolo dell’azienda stessa.

Non ti nascondo che uno dei miei sogni è viaggiare per l’Italia ed entrare nelle sue fabbriche, per vedere da vicino le diverse anime di ogni produzione: profumi, materiali, tecniche artigianali, scelte stilistiche.

Abbiamo edificato interi comparti produttivi sulla nostra storia artigianale. Pertanto, è qualcosa da studiare a fondo. E da amare.

Anche io faccio parte di questo mondo perché ho un’azienda di borse e mi occupo di produzione conto terzi secondo gli standard del Made in Italy e della pelletteria napoletana.

Sarebbe grandioso se ogni produttore visitasse le stanze magiche dell’altro, i luoghi della creazione e della nostra storia artigianale.

be your bag

Il concetto stilistico su cui si fonda il marchio Be Your Bag è la personalizzazione: si possono scegliere i materiali, i colori e le dimensioni della tua borsa. Inoltre, puoi scegliere di personalizzare il logo con le tue iniziali, oppure con quelle di una persona cara. In aggiunta, puoi scegliere la fodera interna e scriverci una frase da poter sempre rileggere.

INDOVINA CHE FRASE HO SCELTO?

Beh, non ho molti misteri quando si tratta di borse e produzioni! Ho scelto il mio motto personale: Compra Sempre Borse Originali!

BE YOUR BAG: ECCO LA MIA BORSA!

BE YOUR BAG

Ho scelto un modello Be One, Bauletto Grande: una borsa a mano, con tracolla removibile inclusa, realizzata in tessuto tecnico (imbottito e impermeabile), e rifinito in pelle italiana; la borsa, all’interno è foderata con una tasca con cerniera.

Sulla facciata puoi vedere la prima personalizzazione: le iniziali del mio nome, Ornella Auzino, stampate come logo.

L’ho pagata 152 euro, invece di 167.

Come ti ho detto, ho avuto un problema con i tempi di consegna: ho ordinato la mia borsa il 13 maggio e mi è arrivata l’8 giugno. Quasi un mese di attesa!

Sono consapevole del momento storico complicato e dalle necessità dovute alla personalizzazione della borsa, ma le mie richieste circa i dettagli scelti non erano molte, e non richiedevano lunghissimi tempi di realizzazione.

In fine, ho dovuto “sollecitare” un po’ l’azienda per ricevere la mia borsa; questo aspetto spiacevole andrà a influire sul voto alle “rifiniture”, cioè ai dettagli che girano attorno al prodotto, sebbene Be Your Bag sia un progetto che mi piace molto e che sceglierei di nuovo.

Vediamo I DETTAGLI:

  • Assieme alla borsa mi è arrivato un biglietto di presentazione del brand, che mi parla della lavorazione Made in Italy e della personalizzazione del mio prodotto;
  • La mia borsa si presenta come un prodotto “salva spazio” poiché mi è arrivata “aperta” e non a forma di bauletto. Devo ammettere che in questa versione mi piace molto!

BE YOUR BAG

  • Grazie a due semplici mosse, posso trasformarla in bauletto: basta agganciare le due estremità superiori al corpo della borsa, piegandole su se stesse. Ma probabilmente, la userò nella forma “aperta” che ti ho mostrato prima, perché credo diventi più capiente per un uso giornaliero!

BE YOUR BAG

  • Il colore che ho scelto si chiama asfalto e lo trovo molto originale poiché credo si possa abbinare in molti modi: questo rende la mia nuova borsa molto versatile!
  • La borsa è molto leggera e il tessuto tecnico mi piace molto: è una borsa facilmente lavabile, quindi risulta funzionale e pratica;
  •  I manici “grattano” un pochino, ma è un difetto minimo e probabilmente dovuto al tipo di materiale;
  • I dettagli delle mia borsa, quindi le rifiniture, sono molto curati: non ci sono fili volanti e non ci sono difetti di lavorazione; questo dimostra che il progetto funziona e rispecchia tutta la scuola del Made in Italy!
  • All’interno, trovo la fodera scelta dal brand e una tasca molto profonda che si chiude con una lampo;

BE YOUR BAG

  • Nella parte interna, inoltre, c’è la mia Personalizzazione: la frase scelta da me!

BE YOUR BAG

BE YOUR BAG: LA MIA BORSA È PROMOSSA?

La mia borsa Be Your Bag è senza dubbio promossa!

Si tratta di un progetto che si colloca in pieno nella filosofia del Made in Italy, dalla provenienza della pelle conciata nei poli italiani, fino all’idea che supporta il progetto. È una bella storia, fatta di coraggio, innovazione e scelte vincenti.

Il problema della tempistica è senza dubbio un aspetto che potrà migliorare con il tempo: solo chi non fa, non sbaglia!

Per cui, sono contenta di aver supportato un marchio creativo e italiano, che non ha avuto paura di “concepire” un nuovo punto di vista.

VOTI

CUCITURE 4
TINTURA 3 1/2
RIFINITURA 4
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO 4 1/2
UTILITÀ 4 1/2

GUARDA IL VIDEO DELLA MIA RECENSIONE ALLA BORSA BE YOUR BAG

E TU COSA NE PENSI? SCRIVIMI QUI SOTTO PER DARMI LA TUA OPINIONE O PER CONSIGLIARMI UNA NUOVA BORSA!

GRAZIE PER IL TEMPO CHE MI HAI DEDICATO.

be your bag

LEGGI ANCHE:

EMOZIONI IN LIBERTÀ: LA BORSA CHE PROFUMA DI SALENTO. LA MIA RECENSIONE 

BORSE MADE IN ITALY: QUANDO FIDARTI E QUALCHE “NOME” UTILE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *