GIANNI NOTARO, UNA BORSA MADE IN NAPOLI: LA MIA RECENSIONE

Oggi ti parlerò di una borsa che ho acquistato grazie ai suggerimenti di molte amiche della rete: la borsa Gianni Notaro. È un Made in Napoli che ha scelto di puntare sulle scene internazionali, senza abbandonare la produzione casalinga, cioè quella del Made in Italy.

Non riesco a nasconderlo: quando si parla di Made in Napoli mi emoziono sempre un po’.

Napoli non è solo la mia terra e la città in cui vivo, ma è da sempre, la casa della nostra azienda, nata dalle mani dei miei genitori e cresciuta nelle mie: le borse sono la mia passione, il mio abito preferito, l’acquisto che mi fa gioire di più. Ma, prima di tutto, il mio lavoro.

I miei genitori hanno iniziato ad amare la pelletteria molti anni fa. E, oggi, quell’amore è ancora il motore delle mie giornate: produco borse di pelle Made in Italy per i brand del lusso e lo faccio sulle basi del know how che ha sempre distinto la pelletteria napoletana e il suo artigianato.

gianni notaro

Ebbene sì, molti marchi del lusso producono a Napoli. Si affidano alla nostra manodopera specializzata da molti anni; ma non è una notizia che si sente spesso nelle trasmissioni televisive o negli approfondimenti giornalistici. È ben altro qui che fa notizia.

Senz’altro, è più sensazionale parlare di stese di camorra, anziché di produzione Made in Italy. Ma il sensazionale non è, necessariamente, l’unica faccia di un’anima. Oserei dire che è, piuttosto, quella più enfatizzata.

Per fortuna hai me! E la mia passione per tutto ciò che ruota attorno alla produzione, alla creazione e alle storie dietro le borse.

Qual è la storia di Gianni Notaro?

Gianni Notaro è un imprenditore napoletano che ha iniziato a produrre borse al principio degli anni ’90.

Si occupava di produzione per diversi marchi del Paese, fornendo borse Made in Italy. Man mano che il lavoro aumenta, si fa strada sempre di più il suo progetto personale: la creazione di un brand da proporre sia in Italia che all’estero.

Nasce così, nel 2008, Carol J – Gianni Notaro.

La produzione è quella del Made in Italy, ma la direzione è quella globale: esplorando i canali social di Gianni Notaro e il sito ufficiale, infatti, ho notato l’uso di un linguaggio internazionale, con descrizioni in inglese e hasthag di tendenza.

Le stesse immagini, probabilmente scattate a Napoli, hanno un profumo cosmopolita, in cui si percepisce il taglio bon ton delle borse accanto all’indiscusso stile Made in Italy.

Questa dimensione mi piace molto, perché credo sia importante, oggi più che mai, sentirsi vicini. Non per forza legati dal territorio, quanto dalle passioni.

Con Carol j- Gianni Notaro, l’imprenditore partenopeo ha partecipato a diverse fiere di settore, come ad esempio la Premiere Classe di Parigi e il Micam di Milano.

Le borse di Gianni Notaro viaggiano in tutto il globo e si fanno portavoce dello stile italiano, legato all’artigianato di un tempo, ma anche alla partecipazione del nostro Paese circa le nuove tendenze da passerella.

Inoltre, le borse Carol J – Gianni Notaro trovano spazio nel mercato on-line grazie ad alcuni rivenditori autorizzati. Ho acquistato, infatti, la mia borsa Gianni Notaro su Amazon presso Mastricamiciai, un rivenditore plurimarche.

In questo caso, il colosso dell’e-commerce, Amazon, diventa un importante canale tra Chi produce, Chi vende e Chi acquista.

In pratica, tende a facilitare un processo che sarebbe stato complicato, ad esempio, nel periodo che abbiamo appena vissuto, quello della quarantena e del lockdown.

Nonsolostudio S.r.l. è la società che si occupa della produzione e della distribuzione dei prodotto Carol J- Gianni Notaro: infatti la mia borsa è marcata Nonsolostudio.

Andiamo a vedere da vicino il mio nuovo acquisto Made in Italy!

ECCO LA MIA BORSA GIANNI NOTARI

gianni notaro

Come ti ho anticipato, ho comprato la mia borsa su Amazon e l’ho ricevuta in pochi giorni. L’ho pagata 140 euro e solo dopo mi sono accorta di aver beccato uno sconto poiché il cartellino indica 190 euro. Fortuna!

La descrizione su Amazon mi ha fatto sorridere: il modello della mia borsa non ha un nome, ma un codice articolo. La mia borsa è il modello 060, con tracolla in pelle e la parte esterna in pelle traforata. La questione del numero articolo la trovo abbastanza vintage, cioè un po’ datata.

Mi ricorda molto la mia infanzia, quando mio padre, dopo anni di produzione conto terzi, decise di creare un brand personale, ed io e mio fratello passavamo i nostri pomeriggi in fabbrica.

Per tenerci a bada, i miei genitori ci lasciavano timbrare le lunghe file di scatole pronte a partire per la vendita. Così segnavamo su ogni prodotto il numero dell’articolo e il colore. Chissà quanti errori! Non l’abbiamo mai saputo, per fortuna. Per cui, quando ho letto il numero della borsa, ho pensato a quei timbri blu dei primi anni ’90.

La borsa Gianni Notaro che ho acquistato mi ha colpito subito grazie alla sua pelle traforata che costituisce il corpo della borsa; all’interno porta un pochettone che si stacca grazie ad un gancio.

gianni notaro

È, senza dubbio, una borsa estiva. Ma a me piace pensare che le borse della mia collezione non hanno stagione: tendo ad usarle in tutti i mesi, adattandole al contesto e ai miei outfit.

Un’altra cosa che ho notato sono gli accessori, ben abbinati alla borsa.

I DETTAGLI:

  • La mia borsa è in pelle traforata, con pochette interna staccabile con un gancio: all’interno della  mini-borsa troviamo una tasca utile.
  • La borsa è molto leggera e sembra comoda anche da portare in spiaggia, grazie alla pochette interna che può essere utile per riporre oggetti più “sensibili” come cellulare, chiavi, portafogli.

gianni notaro

  • La base della mia borsa è di pelle liscia, a differenza del corpo della borsa e presenta utili piedini di appoggio.
  • Ho trovato alcune imperfezioni sui bordi della borsa, i quali appaiono “ripuliti” più che tinti. Si tratta di piccoli difetti di tintura sui bordi. Nulla di molto grave!
  • All’interno, ho trovato un’etichetta che mi parla del lavoro artigianale, ma associato alle nuove tecniche produttive, indicandomi che eventuali imperfezioni sono dovute al tipo di pellame.
  • La pelle della mia borsa è abbastanza lavorata, quindi si presenta più delicata: la pelle che subisce molti processi, infatti, è meno resistente; in situazioni critiche rischia di spaccarsi. Infatti, il contatto con l’acqua potrebbe essere pericoloso.
  • Sembra una borsa comoda e funzionale, ma dovrò testarla per capire effettivamente quanto è resistente. Cioè quale peso è capace di reggere.

La mia borsa è un prodotto Made in Italy ben riuscito, che nonostante le piccole imperfezioni, segue tutti gli standard della nostra tradizione produttiva.

È molto importante Sapere Cosa STAI COMPRANDO, soprattutto oggi.

È importante sapere Chi stai sostenendo con i tuoi soldi: esistono moltissime aziende oneste che producono borse di qualità, secondo le regole del Made in Italy. Borse che hanno una storia; borse che raccontano la loro provenienza e i loro profumi.

Ed è per queste storie che io FACCIO LE MIE RECENSIONI: cerco di aprire finestre sulla produzione onesta e di qualità, affinché Tu sappia cosa stai comprando.

E nessuno mi paga per farlo. Non accetto soldi, né regali da nessuno per recensire i marchi che acquisto: è parte della mia lotta.

Una lotta che va avanti da un po’ di tempo, quella contro la Contraffazione e il mercato illegale. Tutto ciò che ha distrutto i nostri comparti produttivi. Quelli che, ogni giorno, lavorano insieme all’intera Comunità, e non contro.

LA MIA BORSA GIANNI NOTARO È PROMOSSA?

La mia borsa è un prodotto studiato e ben lavorato; presenta alcune imperfezioni circa la tintura e le rifiniture, ma in sostanza è un prodotto ben fatto, e il rapporto qualità/prezzo è vantaggioso.

La mia borsa Gianni Notaro è decisamente promossa!

VOTI

CUCITURE 4
TINTURA 3 1/2
RIFINITURE 3 1/2
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO 4
UTILITÀ 4

SONO CURIOSA DI SAPERE COME TI SEI TROVATA CON LA BORSA GIANNI NOTARO >> DIMMI TUTTO SUL TUO ACQUISTO!

SCRIVI QUI SOTTO PER SUGGERIRMI UN’ALTRA BORSA DA RECENSIRE!

GUARDA IL VIDEO DELLA MIA RECENSIONE ALLA BORSA GIANNI NOTARO!GIANNI NOTARO

LEGGI ANCHE:

BORSA PLINIO VISONÀ: LA MIA RECENSIONE AL BRAND MADE IN VENETO

GENUINE LEATHER, TRA I MATERIALI PIÚ SOSTENIBILI. TI SPIEGO PERCHÈ 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *